Quantcast
Arriva la seconda stagione di "Affianco alla morte": la web serie brianzola potrebbe arrivare (anche) su Amazon Prime - MBNews

Arriva la seconda stagione di “Affianco alla morte”: la web serie brianzola potrebbe arrivare (anche) su Amazon Prime

Un gruppo di giovanissimi ha messo in piedi un progetto cinematografico che sembra convincere pubblico e critica.

affianco alla morte poster mb

Hanno messo in piedi un progetto cinematografico che sembra convincere pubblico e critica. Con mezzi autonomi, da autodidatti, senza alle spalle nessuna scuola di cinema o nessuna star da richiamo, e che potrebbe sbarcare su quel colosso che è Amazon Prime. Il trucco è stato crederci. Sembra un racconto della migliore Hollywood, invece succede qui a Monza e Brianza, dove un gruppo di giovanissimi – hanno tra i 18 e i 20 anni – qualche mese fa ha lanciato “Affianco alla morte“, una web serie fantasy scritta, girata e prodotta da giovani aspiranti cineasti nei luoghi della Brianza, che grazie al passaparola è diventata un piccolo caso a Monza e non solo.

Nella serata di ieri, mercoledì 20 ottobre, alla sala Troisi del cinema Capitol è stata presentata in esclusiva la seconda e conclusiva parte della storia: la stagione 2 di “Affianco alla morte”, dove, promettono gli autori, «tutti i nodi verranno al pettine».

Il cast della seconda stagione di “Affianco alla morte”

 

“Affianco alla morte”, al via la seconda stagione della web serie brianzola 

Cinque puntate, ciascuna della durata di 30 minuti circa. Arriva la seconda stagione di “Affianco alla morte” la serie creata da Stefano Scala, Daniele Giunta e Simone Arcidiacono, tre amici monzesi che hanno deciso di buttarsi nel mondo del cinema e delle serie TV. Sperano di fare questo nella vita e se è vero il motto “chi ben comincia è a metà dell’opera” la strada per loro sembra essere tracciata.

La stagione pilota ha ottenuto diversi riconoscimenti in festival internazionali: in particolare Stefano Scala ha vinto il primo premio come miglior attore al Webbing Awards e la colonna sonora della serie è stata premiata al Festival statunitense Lift Off. Riconoscimenti che hanno portato i tre giovani a continuare il cammino intrapreso dietro e davanti alle telecamere. E così, forti dei primi successi, hanno rinnovato l’attrezzatura per la seconda stagione e hanno formato un nuovo cast composto da una quindicina di attori.

La prima al Capitol: “Che emozione tornare al cinema così!”

È stata una serata da tutto esaurito quella della prima al cinema Capitol di Monza: i tre giovanissimi hanno presentato alla stampa, ad amici e familiari le prime 4 puntate della web serie. Per sapere come andrà a finire i fan dovranno però aspettare ancora un po’: le puntate usciranno infatti a cadenza settimanale sul canale di SDS Production, la casa di produzione indipendente fondata dagli stessi Scala, Giunta e Arcidiacono. Per ora è disponibile solo il trailer qui.

La prima di “Affianco alla morte”

È emozionante tornare in una sala così piena – spiegano alla stampa i ragazzi. – Questo progetto è iniziato con un semplice cortometraggio e poi tutto è diventato grande in fretta. C’è tanta passione da parte nostra, ma dobbiamo dire grazie anche a chi ha sempre creduto in noi. Ci sono molte difficoltà per chi vuole lavorare nel settore ma noi dalla nostra abbiamo la passione e l’entusiasmo. Certo, non abbiamo un’organizzazione a livelli di Hollywood, è capitato ad esempio che saltassero giorni di riprese per il maltempo o perchè non c’erano gli attori. Ma se oggi siamo qui vuol dire che alla fine le cose sono andate bene.

Sui rumors che vorrebbero “Affianco alla morte” anche su Amazon Prime, la celebre piattaforma streaming di film e serie TV, stanno vaghi i ragazzi e commentano: “siamo in contatto con Amazon Prime Video per proporre la serie. Che dire? Vedremo”.