15 Aprile 2021 Segnala una notizia
Morta dopo l'anestesia, studio del chirurgo di Seregno sotto indagine

Morta dopo l’anestesia, studio del chirurgo di Seregno sotto indagine

5 Aprile 2019

La Procura di Monza ha disposto una perizia nel centro del chirurgo plastico nel cui studio di Seregno, lo scorso 5 marzo, si è sentita male Maria Teresa Avallone, 39 enne di Desio poi deceduta per arresto cardiocircolatorio in ospedale, dove era arrivata in gravissime condizioni. La relazione degli specialisti è stata ordinata in seguito alla richiesta del medico, al momento indagato per omicidio colposo, il quale vorrebbe riprendere in mano la sua attività. Le indagini, a cura dei carabinieri dei Nas di Milano e della compagnia di Seregno, proseguono in attesa di una approfondita relazione specialistica all’esito dell’autopsia sul corpo della donna, che dovrebbe chiarire le cause della sua morte. Durante l’esame autoptico eseguito presso l’istituto di Medicina Legale di Milano, presenti gli avvocati di tutte le parti, non sarebbe emerso sulle prime nulla di utile a comprendere l’accaduto. Avallone era andata nel centro di chirurgia del medico seregnese per sottoporsi ad un intervento di risollevamento glutei ma, poco dopo aver ricevuto l’anestesia per mano del professionista, si è sentita male ed è collassata. La perizia dovrà garantire alla Procura che tutto, nel suo studio, sia perfettamente in regola; così come dovrà acclarare fosse la 39 enne stava per sottoporsi all’intervento.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi