07 Giugno 2020 Segnala una notizia
Seveso, primo successo a Cinque Stelle: approvata la mozione fototrappole

Seveso, primo successo a Cinque Stelle: approvata la mozione fototrappole

14 Novembre 2018

Lunedì 12 novembre il consiglio comunale di Seveso ha approvato all’unanimità la mozione, presentata dal consigliere del M5S Antonio Cantore, per l’utilizzo di fotocamere mobili contro l’abbandono dei rifiuti.

Cantore aveva già provato a far passare la sua proposta due mesi fa, durante la seduta consiliare del 14 settembre: ma allora gli altri consiglieri l’avevano bocciata perché poco chiara nei confronti delle norme a tutela della privacy.

Il testo è stato dunque rivisto e corretto tenendo conto delle osservazioni in merito: e ora sindaco e giunta si sono ufficialmente impegnati per il 2019 a destinare delle risorse per l’acquisto di fototrappole, attivando così  un monitoraggio finalizzato al controllo dello scarico abusivo della spazzatura all’interno del territorio comunale.

«ll fenomeno dell’abbandono dei rifiuti è frequente su tutto il territorio di Seveso – si legge nel testo della mozione -. Le aree dove avvengono questi abbandoni, il più delle volte, si trasformano di fatto in vere e proprie discariche abusive con annesso degrado ambientale e potenziale pericolo di inquinamento dell’area interessata». Da qui l’idea di ricorrere alle fototrappole, o telecamere mobili, utili a rilevare movimenti e scattare fotografie anche di notte. Anche perché, come ha sottolineato Cantore, «questa amministrazione ha a cuore il problema, visto che nelle sue linee programmatiche, nella sezione “Ambiente e Benessere” capitolo “Rifiuti”, recita: “aumenterà il servizio di recupero dei rifiuti e sarà attivata una campagna di monitoraggio sulle aree maggiormente interessate, al fine di trovare finalmente soluzioni concrete per risolvere il problema”».

«Una mozione di buon senso, che abbracciava un punto, quello del contrasto all’abbandono dei rifiuti, presente in tutti i programmi elettorali e che finalmente grazie a questa mozione ci auguriamo potrà diventare al più presto realtà – commentano i portavoce sevesini del M5S -. Ben consapevoli che non sarà la panacea di tutti i mali, crediamo però possa essere un forte deterrente contro questa incivile pratica. Siamo soddisfatti dell’esito di questa mozione, così come lo siamo del fatto che l’amministrazione e l’assessore all’Ambiente abbiano accolto la nostra proposta di portare a Seveso la “festa dell’albero”, iniziativa da sempre sostenuta dal M5S e che quest’anno si terrà domenica 18 alle ore 10.00 con ritrovo nei pressi dell’area cani di via Redipuglia, per la piantumazione di una cinquantina di nuovi alberi».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Giulia Santambrogio
Inseguo le storie sin da quando ero bambina: per farmele raccontare, per leggerle, e, ovviamente, per scriverle. Su MBNews, però, mi occupo di fatti.


Articoli più letti di oggi

Covid19 e trombosi. I ricercatori del San Gerardo di Monza scoprono il legame

Lo studio dell'Università Milano-Bicocca spiega come il virus potrebbe infettare direttamente la superficie interna dei vasi nei pazienti con complicanze trombotiche.

Monza, nuovo giorno senza contagi. L’aggiornamento dei sindaci

Una buona notizia arriva, per la terza volta, dal comune di Monza dove nella giornata di ieri sono stati registrati zero nuovi casi positivi. 

Arcore, il poliambulatorio Med4you offre visite specialistiche senza liste di attesa

Nel centro polispecialistico prestano servizio 25 medici specializzati in diverse discipline. L'approccio nella gestione del paziente è multidisciplinare.

Vimercate, ultimo paziente Covid lascia la terapia intensiva. Ecco i dati di Regione Lombardia al 5 giugno

L'ultimo paziente ricoverato a Vimercate in terapia intensiva ha lasciato ieri il reparto.

Monza, festa di San Gerardo “ridotta” e niente assembramenti

Meno bancarelle e una programmazione ridotta. Ecco come sarà la festa del compatrono di Monza, prevista per domani.