26 Luglio 2021 Segnala una notizia
U.P.D. Sovicese: "Condanniamo il grave episodio di razzismo". Avviata l'inchiesta

U.P.D. Sovicese: “Condanniamo il grave episodio di razzismo”. Avviata l’inchiesta

5 Novembre 2019

Non si placa lo sdegno per quanto accaduto durante il match disputato tra Aurora Desio – Sovicese, Pulcini 2009. Un episodio di razzismo ai danni di un piccolo atleta di soli 10 anni che, nel corso della partita, si è sentito etichettare da una mamma della tifoseria avversaria “Negro di m….”.

Un gesto che ha suscitato lo sgomento di molti, dal mondo sportivo a quello politico: in tanti hanno condannato il gesto esprimendo dure parole.

Oggi la società U.P.D. Sovicese condanna a sua volta il grave gesto della sua tifosa pubblicando una nota stampa ufficiale: “Condanniamo qualsiasi manifestazione di razzismo specialmente in uno sport che serve a creare senso di appartenenza e di integrazione culturale. Chi ci conosce sa che da parte nostra c’è sempre stato, fin dall’inizio della nostra attività, l’impegno nel comporre squadre di tutte le categorie in modo tale che risultassero eterogenesi dal punto di vista sociale che etnico, al fine di favorire processi di integrazione tra i ragazzi. 

Venuto purtroppo a conoscenza dei fatti solo tramite social network, senza aver prima ricevuto alcuna comunicazione da parte dell’Aurora Desio, abbiamo immediatamente avviato un’inchiesta interna per risalire all’eventuale responsabile. Qualora i fatti vengano accertati e che il responsabile venga individuato, provvederemo ad avviare le dovute procedure sanzionatorie

Infine una delegazione dei genitori del 2009 ci ha fatto richiesta esplicita di favorire, in accordo con i dirigenti dell’Aurora Desio, un incontro chiarificatore con i genitori del ragazzo coinvolto e garantire loro la vicinanza e la comprensione di tutta la Sovicese”. 

Per ribadire la sua posizione contro ogni forma di razzismo il club sportivo ha pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale le immagini della sua squadra multietnica.

Il Partito Democratico ha inoltrato una nota in difesa della città di Sovico: “Sovico merita di più, non sicuramente questo fango che in poche ore ha sommerso il nostro paese in una diffusione mediatica imponente. Una “mamma grida “negro di m.” a un bambino in campo, durante l’incontro tra l’Aurora Desio Calcio e la Sovicese”. Non più di qualche mese fa abbiamo assistito a delle svastiche disegnate in piazza davanti alla chiesa e in altri punti del nostro paese. Questo è ciò che non avremmo mai voluto vedere e leggere. Il razzismo è il peggio che l’essere umano può esprimere. Il preconcetto e l’esclusione di altri esseri umani su basi etniche, culturali o religiose è quanto di più gretto e abbietto si possa rilevare. Quando questo accade nel campetto di calcio del tuo paese quando giocano dei bambini si avverte un senso di rabbia mista a delusione. Forse qualcuno, visto il clima, si sente autorizzato a esternare il peggio, prima nascosto per vergogna. Questi fatti meritano i riflettori, la condanna senza sottovalutazioni prima di tutto da parte delle istituzioni locali, la comunità sovicese subisce un danno e un giudizio che non le appartiene, il razzismo non è nelle nostre radici”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi