31 Marzo 2020 Segnala una notizia
Medicina del lavoro tra pubblico e privato: l'intuizione vincente di Synlab CAM Monza

Medicina del lavoro tra pubblico e privato: l’intuizione vincente di Synlab CAM Monza

18 Giugno 2019

Si è conclusa da poco la 52^ edizione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Storia della Medicina, tenutasi per la prima volta nella città di Monza, cuore della Brianza, territorio eletto per l’occasione quale luogo ideale per comprendere l’evoluzione delle condizioni di salute a livello nazionale e indagare il rapporto tra salute, ambiente e lavoro.

In questo contesto, Synlab CAM Monza è stato scelto dagli organizzatori quale interlocutore privilegiato per dare vita a un dialogo costruttivo, capace di fare tesoro di una solida esperienza e di uno sguardo lungimirante, da sempre proiettato verso il futuro.

Tra gli specialisti che hanno rappresentato Synlab CAM Monza durante i tre giorni di congresso, una voce autorevole è stata quella di Marco I. D’Orso, Direttore della Medicina del Lavoro di Synlab CAM Monza, tra i membri del Comitato Scientifico del Congresso. Con l’intervento “Sinergie tra pubblico e privato nell’evoluzione della Medicina in Brianza”, il dr. D’Orso ha coinvolto la platea partendo da un excursus storico in cui ha ripercorso la storia di Synlab CAM Monza in relazione, soprattutto, al tema della Medicina del Lavoro. Il centro polidiagnostico, già nei primissimi anni ’80, si distinse per aver proposto a tante aziende brianzole controlli di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale per la sicurezza e il benessere dei loro dipendenti e della cittadinanza in generale in anticipo sugli obblighi di legge.

L’attenzione si è poi concentrata sulla concretizzazione di un solido rapporto di scambio tra pubblico e privato, promosso nel corso degli ultimi diciotto anni dalla struttura monzese.

Risale, infatti, al 2001 la costituzione, su iniziativa dell’allora Centro Analisi Monza (oggi Synlab CAM Monza), del Consorzio per lo Sviluppo della Medicina Occupazionale e Ambientale: ente finalizzato allo sviluppo della Medicina del Lavoro, della Medicina Preventiva e dell’Igiene Industriale nei loro aspetti applicativi e di ricerca. Alla base della sua costituzione, l’idea di dare vita a un rapporto sinergico tra settore pubblico e privato, grazie alla compresenza di quattro soggetti: l’allora Centro Analisi Monza, l’Università di Milano Bicocca, la Fondazione Maugeri di Pavia e l’Azienda Ospedaliera San Gerardo (attualmente non più tra i membri del Consorzio). Un laboratorio nel quale questo dualismo è in perfetto equilibrio, avvalendosi dei plus del mondo privato (esperienza sul campo, ampia disponibilità di dati, flessibilità operativa, etc.) e del mondo pubblico (laddove Università e Ospedale hanno sempre costituito una risorsa fondamentale in termini di competenza scientifica). Il Consorzio garantisce ancor oggi alle aziende e agli enti pubblici che ne fanno ricorso servizi di alto livello tecnico, scientifico e professionale, la possibilità di accedere a qualsiasi prestazione del settore e un costante aggiornamento a livello normativo e nelle possibili soluzioni tecniche alle problematiche di salute e sicurezza sul lavoro.

“Il Congresso di quest’anno è stato in assoluto il più partecipato degli ultimi venti, un successo senza eguali, durante il quale abbiamo avuto l’occasione di presentare a una folta e interessatissima platea la case history di successo del Consorzio per lo Sviluppo della Medicina Occupazionale e Ambientale. Ideato quasi vent’anni fa da Synlab CAM Monza, rappresenta oggi un esempio unico, oltre che la prima iniziativa a livello nazionale basata sulla cooperazione tra enti sanitari e di ricerca pubblici e privati per promuovere la cultura della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro” – ha dichiarato il dr. D’Orso, aggiungendo: “A settembre saremo impegnati con un altro importante appuntamento: il Congresso nazionale della Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale (SIMLII), occasione che ogni anno vede protagonista la squadra di Synlab CAM Monza con una serie di lavori scientifici, inerenti la sezione di Medicina del Lavoro, accettati e comunicati da parte della Società”.

Negli anni, Synlab CAM Monza ha acquisito sempre più un ruolo di riferimento sia nel settore privato sia tra gli enti pubblici e la comunità scientifica. Oltre ai successi sul territorio nazionale, si segnala che nel 2006 e nel 2012 il Convegno dell’ International Commission of Occupational Health (ICOH) -l’associazione mondiale di medicina del lavoro-, ha accettato e comunicato numerosi lavori scientifici realizzati da Synlab CAM Monza insieme al Consorzio per lo Sviluppo della Medicina Occupazionale ed Ambientale.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Il corretto uso delle protezioni facciali. Il video che tutti stiamo guardando

In questo video si spiega in maniera semplice quali mascherine utilizzare e come utilizzarle. Anche nel caso si abbia una fornitura limitata o addirittura si abbia la disponibilità solo di una.

Monza, il parroco invocherà la protezione di San Gerardo

Nel frattempo alla stessa ora i tutti i sindaci d'Italia osserveranno un minuto di silenzio per le vittime. A Monza il numero dei deceduti è di 36.

Coronavirus, aggiornamenti dai comuni della Brianza. In provincia 2.362 casi positivi

I numeri della provincia brianzola confermano i trend e le curve dei giorni scorsi. A  Monza e Brianza si registrano complessivamente 2362 casi, con un incremento di 97 pazienti.

Coronavirus, 2.265 brianzoli sono positivi. Ecco gli aggiornamenti dai comuni

Si susseguono in queste ore i consueti messaggi di aggiornamento da parte dei sindaci per informare i propri concittadini circa la situazione di ricoveri, guarigioni e decessi.

ST di Agrate, primo decesso per COVID-19. I sindacati scrivono al Prefetto

C'è il primo decesso nell'azienda ST di Agrate Brianza. I sindacati chiedono adesso un chiarimento al Prefetto Palmisani: "L'azienda deve rimanere aperta?"