11 Aprile 2021 Segnala una notizia
Vimercate, la Cavallera chiusa diventa una discarica a cielo aperto

Vimercate, la Cavallera chiusa diventa una discarica a cielo aperto

31 Maggio 2019

Si aggiunge un altro triste capitolo al caso che riguarda la strada della Santa ad Oreno.

Non bastavano infatti le lamentele dei vimercatesi residenti sul “lato arcorese” della strada, che hanno alzato il volume della protesta da quando sono iniziati ufficialmente i lavori sul segmento. A mettere ulteriore pepe sull’ex tratto stradale, ci si sono messi adesso anche gli irriducibili scaricatori abusivi, che da anni usano i bordi della via come pattumiera comune.

Stavolta abbandonando un covo di materiale ingombrante, per lo più divani. E proprio di recente, per provare a risolvere il problema, il comune di Vimercate ha provvisto a monitorare l’area rurale nei dintorni della storica Cascina Cavallera, installando sistemi di videosorveglianza. 

Deterrenti che, come si è potuto vedere, non riescono però a disincentivare l’abitudine, specie al calar del sole. L’evento è di qualche giorno seguente a quello di sabato scorso, in cui ignoti avevano dato fuoco alle transenne di plastica che delimitano il cantiere ai due accessi della strada, innescando nuove polemiche.

Oltre all’atto indecoroso in sé, va segnalato l’altro fatto grave, che per disfarsi della spazzatura, il (o i responsabili) si è introdotto in un perimetro di cantiere in corso, sicuramente con un veicolo. A poche centinaia di metri, sulla perpendicolare strada comunale del Gerano, un altro cumulo di spazzatura fa invece capolino tra gli alberi a lato strada. Un’abitudine malsana, che anche il sindaco Francesco Sartini ha rimarcato la difficoltà di debellare completamente.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Lucchini
Amante dell'arte e della (buona) musica, mi diverto ad addentrarmi negli angoli inesplorati della cronaca locale, alla ricerca di verità e curiosità del borgo accanto. Scrivo per passione. Lo stile? Per me non è importante, è tutto.


Articoli più letti di oggi