31 Marzo 2020 Segnala una notizia
Monza, attesa la votazione per le "stanze del buco". La proposta spacca la città

Monza, attesa la votazione per le “stanze del buco”. La proposta spacca la città

12 Aprile 2018

Avanzata e bocciata dal consiglio nell’ottobre del 2016, dopo meno di due anni la proposta di istituire a Monza le “stanze salvavita” torna a fare capolino nell’aula del palazzo di piazza Trento e Trieste. Chi l’ha dura la vince? Presto per dirlo, fatto sta che il consigliere di Civicamente Monza, Paolo Piffer, non lascia anzi raddoppia. 

Nel corso del consiglio comunale che si svolgerà oggi, 12 aprile, l’aula è chiamata ad esprimere il suo voto affinché possano o meno essere creati dei luoghi protetti dove poter assumere sostanze stupefacenti. 

Sale del buco”, così in tanti le chiamano: una iniziativa che prima della città di Teodolinda è approdata a Palazzo Marino, a Milano. «Non è un incentivo a drogarsi, anzi, ma un tentativo concreto di limitare i danni. Creando le sale salvavita è possibile intercettare le persone che vivono questi disagi e non circoscrivere la libertà del resto dei cittadini – ha spiegato Paolo Piffer al momento della presentazione del documento– Questo servirebbe a togliere dalla strada i tossicodipendenti, recuperare le siringhe abbandonate, e ridare decoro ad alcune zone della città. Con la nostra mozione invitiamo l’amministrazione a richiedere le autorizzazione al Governo e alla Regione».

Un provvedimento a cui il capogruppo di Civicamente Monza tiene molto, tanto da averlo spinto a creare un evento in Facebook per sensibilizzare la cittadinanza. Pareri discordanti: se tra le fila dell’opposizione c’è chi, come Marco Lamperti del Pd, lo sostiene pubblicamente con un video messaggio, dall’altra si registrano anche pareri sfavorevoli nel timore che possano diventare “luoghi dello sballo”. 

Anche nell’ottobre 2016 il provvedimento aveva spaccato in due il parlamentino cittadino: sia tra la minoranza che tra la maggioranza i pareri erano discordanti.

Per sapere se le stanza salvavita approderanno a Monza si dovrà attendere la seduta di questa sera.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi

Il corretto uso delle protezioni facciali. Il video che tutti stiamo guardando

In questo video si spiega in maniera semplice quali mascherine utilizzare e come utilizzarle. Anche nel caso si abbia una fornitura limitata o addirittura si abbia la disponibilità solo di una.

Monza, il parroco invocherà la protezione di San Gerardo

Nel frattempo alla stessa ora i tutti i sindaci d'Italia osserveranno un minuto di silenzio per le vittime. A Monza il numero dei deceduti è di 36.

Coronavirus, aggiornamenti dai comuni della Brianza. In provincia 2.362 casi positivi

I numeri della provincia brianzola confermano i trend e le curve dei giorni scorsi. A  Monza e Brianza si registrano complessivamente 2362 casi, con un incremento di 97 pazienti.

Coronavirus, 2.265 brianzoli sono positivi. Ecco gli aggiornamenti dai comuni

Si susseguono in queste ore i consueti messaggi di aggiornamento da parte dei sindaci per informare i propri concittadini circa la situazione di ricoveri, guarigioni e decessi.

ST di Agrate, primo decesso per COVID-19. I sindacati scrivono al Prefetto

C'è il primo decesso nell'azienda ST di Agrate Brianza. I sindacati chiedono adesso un chiarimento al Prefetto Palmisani: "L'azienda deve rimanere aperta?"