Quantcast
Gp Monza: Fia ed Essilor siglano partnership per la sicurezza stradale - MBNews
Attualità

Gp Monza: Fia ed Essilor siglano partnership per la sicurezza stradale

Milioni di persone nel mondo non hanno consapevolezza del problema "vista" alla guida e accesso a lenti di qualità

accordo-Fia-Essilor-gp-monza-2017

“Controlla la tua vista” è il motto scelto per la campagna “Action for Road Safety” di Fia (federazione internazionale dell’automobile), che questa mattina in autodromo a Monza ha siglato l’avvio di una partnership con Essilor (multinazionale francese produttrice di lenti oftalmiche) per la prevenzione degli incidenti stradali, con tanto di stretta di mano tra il Presidente Fia, Jean Todt, e il Ceo Essilor, Laurent Vacherot.

Stando ai dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, diffusi durante l’incontro tenutosi presso l’Hospitality Building dell’Autodromo di Monza, ogni anno 1.25 milioni di persone nel mondo perdono la vita in un incidente stradale, mentre oltre 50 milioni sopravvivono, ma con gravi danni anche permanenti.

Tra le cause dei sinistri mortali o gravi, anche i tanti deficit di vista che colpiscono intere porzioni della popolazione mondiale, e la mancanza di accesso per queste ultime a lenti di qualità. “Sono contentissimo di dare il benvenuto ad Essilor come partner di della campagna – ha dichiarato il Presidente Todt – la vista è di vitale importanza per prendere decisioni mentre si guida. Lavoreremo per promuovere questo messaggio nel mondo”. La mission della partnership Fia/Essilor è di sconfiggere la mancata consapevolezza del problema vista a livello globale, ed evidenziare l’importanza di effettuare controlli regolari alla vista per guidare sicuri, promuovendo la questione presso autorità locali, istituzioni, scuole guida e categorie di medici e professionisti di tutto il mondo.

“Siamo davvero estasiati all’idea di creare una partnership con Fia – ha dichiarato Varcherot, Ceo Essilor – insieme lavoreremo per far si che ci siano persone con buona vista in ogni parte del mondo, in modo da avere guidatori sicuri e strade sicure per tutti”.

commenta