Economia

Barlassina, il comune meglio amministrato della Brianza

Lo dice la graduatoria redatta da Regione e da Anci Lombardia in base all'indice sintetico di virtuosità: Barlassina è al primo posto nei comuni targati MB, seguita da Macherio e Concorezzo.

barlassina-palazzo-rezzonico-illuminato-contro-la-pena-di-morte-mb

Nel 2016 Barlassina si conferma ancora una volta il comune meglio amministrato della provincia di Monza e Brianza. A dirlo è la graduatoria di Regione Lombardia e Anci Lombardia relativa al triennio 2012-2014, e redatta in base all’indice sintetico di virtuosità (isv): una sorta di unità di misura calcolata in base ai certificati dei consuntivi trasmessi annualmente dai singoli comuni al Ministero. Tra gli elementi discriminanti presi in considerazione ci sono anche flessibilità, debito, sviluppo, autonomia finanziaria, capacità di programmazione e di riscossione: criteri che fanno una buona amministrazione, da premiare con politiche regionali quali la concessione di benefici e l’applicazione del Patto di stabilità.

Con 70,62 punti isv Barlassina, nonostante la flessione rispetto allo scorso anno, si conferma dunque il più virtuoso comune brianzolo, seguita da Macherio (67,63) e Concorezzo (62,55): al 38esimo posto in tutta la Lombardia, e all’ottavo per la la fascia dai 5.000 ai 9.999 abitanti.

«Non sto facendo la gara con altri Comuni – chiarisce però il sindaco, Piermario Galli -. Io e tutta la mia amministrazione comunale, insieme con tutti i dipendenti, abbiamo invece il compito di guidare al meglio la nostra Barlassina, guardando ai nostri problemi che sono già tanti, perché le risorse non bastano mai. Il compito non è semplice, bisogna fare miracoli nella quotidianità, anche rinunciando a scelte popolari ma non utili ai fini del bilancio. Una cosa mi dà soddisfazione in questa elaborazione dell’indice sintetico di virtuosità: certifica che stiamo lavorando con lo spirito del buon padre di famiglia, come dovrebbe fare ogni amministratore. E l’ottimo punteggio – ricorda – ci darà anche dei benefici: un punteggio alto significa maggiori vantaggi per le casse comunali e per il portafogli dei cittadini o, comunque, per i servizi garantiti al territorio».

Più informazioni
commenta