28 Febbraio 2021 Segnala una notizia
Espulsa dall'Italia rientra con documenti falsi

Espulsa dall’Italia rientra con documenti falsi

8 Agosto 2016

​Era stata allontanata dall’Italia quattro anni fa, ma aveva ignorato il provvedimento ed era tornata indietro. Così una lucciola albanese di trentadue anni è finita in manette.

Sabato sera, durante un servizio antiprostituzione, gli agenti del Commissariato di Monza hanno chiesto i documenti ad una giovane prostituta ferma nei pressi dell’autolavaggio in via Salvadori, angolo Viale delle Industrie. La donna ha esibito un passaporto ma gli agenti non hanno creduto  si trattasse di un documento autentico. La giovane è stata così portata in commissariato e identificata. A suo carico sono emersi due alias, uno dei quali collegato ad un divieto di reingresso nel territorio nazionale per espulsione eseguita nel 2012. La stessa giovane era infatti stata espulsa con provvedimento della Prefettura di Monza e Brianza nel 2012, e nel 2013 aveva già tentato di rientrare in Italia attraverso lo scalo di Malpensa, con un volo proveniente dal Kosovo.

Arrestata in flagranza per violazione concernente la normativa sugli stranieri che impone il divieto di reingresso nel territorio nazionale a seguito di espulsione eseguita con allontanamento, la donna sarà processata stamane per direttissima. Il documento falso è stato sequestrato e mandato ad analizzare per cercare di scoprirne la provenienza.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi