Quantcast
Nevicata dell'Immacolata, comuni e provincia di Monza e Brianza alle prese con il piano neve - MBNews
Maltempo

Nevicata dell’Immacolata, comuni e provincia di Monza e Brianza alle prese con il piano neve

I primi fiocchi di neve dovrebbero cominciare a cadere nelle prime ore di domani mattina e proseguire per tutto il giorno. Cesano Maderno e Lissone pronti, Provincia e Comune di Monza ultime ore di briefing

neve monza viale lombardia

Oramai è raro che le previsioni meteorologiche sbaglino: domani, 8 dicembre, la Brianza potrebbe svegliarsi imbiancata dai primi fiocchi di neve della stagione. Si prevedono dagli 8 ai 15 centimetri. Il giorno dell’Immacolata quindi sarà caratterizzato da questa perturbazione, una nevicata che dovrebbe iniziare nelle prime ore del mattino, intorno alle 5 e proseguire fino a sera. Giornata a cui ne seguiranno altre, senza neve, ma con temperature sotto lo zero.

Come si sta preparando la Brianza a fronteggiare la prima nevicata di fine 2021?

Un intervento tempestivo sulle strade può fare la differenza, ecco perché alcuni Comuni brianzoli hanno già divulgato nel dettaglio il proprio Piano Neve che servirà a fronteggiare al meglio la nevicata dell’Immacolata. Tra questi Cesano Maderno, che sarà diviso in nove zone, e Lissone, che verrà diviso in due quadranti. Pronto all’allerta meteo anche il comune di Vimercate e la Provincia di Monza e Brianza. Mentre il Comune di Monza sta ancora valutando l’entità della nevicata in arrivo per capire meglio quali mezzi mettere in campo (seguono aggiornamenti).

Nel dettaglio: Monza

Il Piano Neve a Monza scatterà alle 22.00 di stasera con lo spargimento del sale sulle strade principali, dando priorità alle aree sensibili: Ospedale San Gerardo (via Pergolesi); Pronto Soccorso (via Pergolesi e via Cadore); Policlinico (via Amati); Clinica Zucchi (via Zucchi e via Appiani); Stazione ferroviaria (via Arosio) e parcheggio bus via Turati/porta Castello; Questura (via Montevecchia/via Grigna); Carabinieri (via Volturno); Polizia Locale (via Marsala); Guardia di Finanza (piazza Diaz/via Magenta); Vigili del Fuoco (via Mauri); piazza Cambiaghi e piazza Trento e Trieste (aree di mercato); sottopasso via Toniolo; sottopasso viale Libertà; sottopasso via Buonarroti/viale delle Industrie; sottopasso via Rota/via Grassi; sottopasso via della Guerrina; sottopasso via Stradella; sovrappasso via Aquileia; sottopasso via Bergamo; sovrappasso via Sant’Albino/viale Stucchi/via Salvadori; sottopasso via Tolstoj/via Sant’Alessandro; sottopasso via Fiume/via Monte Pasubio; sottopasso via Casati/via D’Annunzio/via Fossati.

Un secondo giro di sale sulle strade principali è previsto per domani mattina, al fine di evitare la formazione del ghiaccio e garantire la circolazione nelle massime condizioni di sicurezza possibili.

Gli spazzaneve interverranno qualora gli accumuli di neve al suolo raggiungessero i 4/5 centimetri. Lo sgombero delle strade è programmato a seconda dell’importanza della via. La priorità sarà data alle strade dove circolano i mezzi pubblici, quelle di ingresso e di uscita dalla città, alle circonvallazioni e alle vie di accesso a ospedali, cavalcavia, sottopassi e grandi svincoli.

A seguire si interverrà sulle vie di collegamento dei quartieri e quelle di viabilità minore. Sono complessivamente dieci i mezzi a disposizione per le operazioni di spargimento sale e sgombero neve.

Sgomberare la neve da marciapiedi, passi carrai e dagli spazi privati o antistanti edifici privati (art. 29 del regolamento di Polizia Urbana) spetterà ai proprietari di case, negozi e uffici. In caso di gelo i proprietari dovranno spargere sale, sabbia o altro materiale idoneo sui marciapiedi e pulire passi carrai, tetti, balconi e davanzali per evitare i pericoli derivanti dalla caduta della neve.

Nel dettaglio: Cesano Maderno

Complessivamente opereranno in città 14 mezzi spalaneve e 2 mezzi spargisale della Protezione Civile.

Le strade e i luoghi pubblici sono stati raggruppati in funzione delle priorità d’intervento, in quattro diversi livelli: strade con pendenza critica a cui seguono tutte le strade secondarie, terza priorità ai parcheggi vicino a stazione e scuole che dovranno essere sgombrate entro le 8; seguono piazze, sagrati delle chiese e accessi a luoghi pubblici.

In caso di gelo e ghiaccio saranno operativi anche Gelsia che procederà, a partire dall’inizio dell’orario di lavoro, alla salatura manuale degli spazi esterni degli istituti scolastici, entro l’orario di ingresso degli studenti (indicativamente le ore 8:00); Solaris, che sospenderà il servizio di manutenzione del verde pubblico e procederà autonomamente, a partire dall’inizio dell’orario di lavoro, alla salatura manuale degli spazi esterni degli edifici pubblici, Municipio, Biblioteca, ASL, Uffici Postali ecc; e i Volontari della Protezione Civile che,  provvederanno alla salatura a mano delle aree esterne alla stazione e del sottopasso pedonale di via Santo Stefano.

Nel dettaglio: Lissone

“Siamo consapevoli che il Piano Neve richiede di essere modulato e calibrato in funzione della copiosità della nevicata – afferma Marino Nava, vicesindaco con delega alla Città Vivibile – Sappiamo che dovremo intervenire durante la nevicata, ma anche nei giorni successivi per affrontare le problematiche relative al ghiaccio e alle gelate. Abbiamo predisposto con la ditta incaricata un collegamento telefonico h24 e come Amministrazione ringraziamo in anticipo chi lavorerà per assicurare un servizio alla città anche in orario festivo e notturno”. Nelle scorse ore si è tenuto un briefing operativo fra tutti gli uffici comunali coinvolti nel Piano Neve e gli operatori che lavoreranno sul territorio; complessivamente, potranno essere attivate fino a 8 lame spazzaneve e 8 spargisale. Già questa notte avrà luogo una prima salatura di tutta la viabilità principale, comprese rotonde, sovrappassi e rampe. Se già stanotte le precipitazioni nevose dovessero superare i 5 centimetri, verranno fatte intervenire le lame. L’obiettivo condiviso dall’Amministrazione Comunale è quello di non interrompere il flusso viario ma al tempo stesso non sprecare risorse. Anche la Protezione Civile di Lissone sarà operativa con i propri volontari, fornendo il consueto fondamentale supporto al lavoro del Comune.

A Lissone, un numero bianco per un intervento tempestivo

Grazie all’attivazione di una linea telefonica dedicata, il Comune potrà dare riscontro alle sollecitazioni dei cittadini, che in caso di particolari criticità avranno a disposizione un «numero bianco» al quale rivolgersi per segnalazioni e richieste di intervento. Il numero telefonico predisposto è lo 039 7397350 al quale risponderà il Comando di Polizia Locale. Il Comune, recepita la segnalazione, attiverà poi una comunicazione interna dedicata per avviare la risoluzione del problema.

Nel dettaglio: Vimercate

Il Piano neve è gestito da operatori e da 6 Lame (trattori) e da 3 spargisale. In caso di previsioni d temperatura minima pari o al di sotto dello zero, con condizioni di umidità tali da consentire la formazione di ghiaccio a terra, vengono attivati i mezzi spargisale per la salatura delle strade. In caso di nevicate intense, non appena il manto avrà raggiunto lo spessore di 3 cm, viene attivato il servizio di sgombero neve, inizialmente sulle principali arterie stradali cittadine, percorse anche dai mezzi pubblici, poi sulla viabilità secondaria di quartiere.

Sulla viabilità pedonale, su cui è necessario intervenire manualmente sia per la salatura sia per la rimozione degli accumuli di neve, le operazioni richiederanno tempi più lunghi. Il piano anti-neve realizzato dal Comune di Vimercate si avvale anche della collaborazione della Protezione Civile che interverrà con volontari per aiutare gli operatori nello spalamento della neve dei punti sensibili della città e delle frazioni.  Un’altra azione importante riguarda la rimozione della neve dai tetti spioventi, cornicioni o balconi e alberi e se si è formato il ghiaccio rompere con cautela i ghiaccioli pendenti.

Allerta neve: pronto il piano della Provincia per le  strade provinciali

In previsione della nevicata dell’Immacolata, la Provincia ha predisposto un piano neve per garantire la sicurezza sugli oltre 200 Km di strade provinciali.

Pronti ad entrare in azione i mezzi appositamente attrezzati per la salatura dei manti stradali per prevenire la formazione di ghiaccio e per lo sgombero della neve con lame di varia ampiezza.

Sono state programmate le operazioni di salatura già per le prime ore della mattinata con 6 spargisale a scopo preventivo, successivamente, qualora persista l’evento nevoso con cumuli superiori a cm 3, sono pronte ad entrare in azione 30 lame sgombraneve che resteranno in circolazione per tutto il tempo necessari. Sono a disposizione altri 6 spargisale che portano la flotta dei mezzi a disposizione a 12 spargisale.

Obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali

Si ricorda l’obbligo di viaggiare con catene a bordo o pneumatici invernali lungo 8 tratti di strade provinciali particolarmente insidiosi:

S.P. 102 “Giussano – Fornaci” nei Comuni di Briosco e Giussano dal km. 1+100 al km 2+550.

S.P. 135 “Arcore – Seregno” (tronco Arcore – Albiate) nei Comuni di Albiate e Triuggio dal km. 6+050 al km 7+250.

S.P. 154 “Lesmo – Besana Brianza” in Comune di Besana Brianza dal km 3+130 al km 4+280.

S.P. 6 “Monza – Carate Brianza – dir per Besana Brianza” in Comune di Besana Brianza dal km 30+700 al km 32+390.

S.P. 155 “ Carate Brianza – Veduggio” in Comune di Veduggio con Colzano dal km 7+350 al km 8+900.

S.P. 174 Dir.“ Lazzate – Meda Dir per Mariano” in Comune di Lentate sul Seveso dal km 0+045 al km 0+506.

S.P. 177 “Bellusco – Gerno” in Comune di Camparada dal km 11+710 al km 12+280.

S.P. 7 “ Villasanta – Lesmo” in Comune di Lesmo dal km 2+250 al km 3+025.

Comune di Monza: un ultimo briefing  operativo prima di attivare il piano neve

Non ci sono ancora dettagli precisi sono come Provincia e comune di Monza interverranno domani, 8 dicembre, con la previsione della prima nevicata annunciata già da diversi giorni. “Bisogna capire che tipo di nevicata sarà – fanno sapere dal comune di Monza – se sono 3 centrimetri o 15, fa differenza, soprattutto per capire quali e quanti mezzi pesanti mettere in campo. In queste ore ci stiamo confrontando ancora con la Protezione Civile”.

Anche la Provincia, in queste ore, sta ultimando gli incontri e a breve MBNews tornerà sull’argomento per darvi tutti i dettagli sulle modalità degli interventi.

 

Ultimo aggiornamento alle ore 19.06

leggi anche
ghiaccio-neve-free-web
Meteo in Brianza: prevista neve per l’Immacolata
Neve-Varedo-mb
Previsioni
Immacolata sotto la neve? Ecco cosa dicono gli esperti meteorologi
commenta