Economia

Tasse triplicate per i commercianti di Lissone: sbaglio dell’agenzia di riscossione

Grazie a una tempestiva richiesta di chiarimenti da parte dei commercianti e degli uffici comunali è emerso che l'agenzia stava applicando un coefficiente sbagliato. La società stessa ha quindi provveduto a bloccare le cartelle già inviate.

saldi-shopping-vetrina-sconti-free-web

Tasse triplicate per i commercianti lissonesi rispetto allo scorso anno. A lanciare l’allarme sono stati alcuni negozianti della città, dopo che si sono visti recapitare imposte comunali sulla pubblicità decisamente superiori a quelle corrisposte nel 2020.

Ad occuparsi della raccolta delle tariffe comunali sulla pubblicità e del servizio di pubbliche affissioni per il Comune di Lissone è, dal 2017, un’agenzia esterna che proprio nelle scorse settimane ha fatto uscire le cartelle. Non ci è voluto molto prima che arrivassero, direttamente agli uffici comunali, le prime segnalazioni allarmate.

“C’è chi ha sempre pagato cifre inferiori a 100 euro, che si è visto recapitare una tassa di oltre 300 euro»” raccontano i commercianti. Immediata la risposta dell’amministrazione comunale che ha confermato di non aver in alcun modo ritoccato al rialzo i tributi comunali relativi all’imposta sulla pubblicità.

Grazie a una tempestiva richiesta di chiarimenti da parte degli stessi commercianti e degli uffici comunali, è poi emerso che l’agenzia stava applicando un coefficiente sbagliato per il calcolo dei tributi dovuti. La società stessa ha quindi provveduto a bloccare le cartelle già inviate, contattando direttamente i commercianti.

Dunque qualche giorno di preoccupazione per i titolari dei negozi di Lissone, che ora potranno tirare un sospiro di sollievo, certi che le tariffe per l’imposta comunale sulla pubblicità (per intenderci anche le dimensioni dell’insegna, le scritte sulle vetrine o sui mezzi di lavoro sono considerate pubblicità, anche l’avviso di inizio dei saldi attaccato sui vetri del negozio) resteranno invariate per quest’anno.

Dal palazzo comunale arriva un’altra novità proprio per i commercianti di Lissone. “È stata prevista un’ulteriore rateizzazione per chi paga imposte superiori a 1500 euro – spiegano dagli uffici –. Prima erano previste quattro rate, ora sarà possibile ottenere ulteriori dilazioni”.