Quantcast
Progetto Solidale BertO: il 5% delle vendite online alla lotta contro il Covid - MBNews
Sociale

Progetto Solidale BertO: il 5% delle vendite online alla lotta contro il Covid

Il Progetto Solidale BertO destina il 5% di tutte le vendite online a chi, da subito, è stato in prima linea nell’affrontare l’emergenza sanitaria. 

berto-5x100-avis-meda-volontari

Berto Salotti di Meda devolve il 5% delle vendite per la lotta al Covid.  L’iniziativa, lanciata dall’impresa d’arredamento che negli ultimi anni è cresciuta esponenzialmente grazie alla tecnologia, i social e internet, si chiama Progetto Solidale BertO, e sostiene la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e i volontari di Avis Meda.

Un atto di solidarietà e grande responsabilità perché insieme  si può fare la differenza. Durante il lockdown della scorsa primavera, Filippo Berto aveva annunciato con un video messaggio l’iniziativa di solidarietà BertO 5%: “In tempi di pandemia, abbiamo sentito fortissima la responsabilità di fare qualcosa. Il nostro lavoro è creare elementi d’arredo, e proporli per il comfort delle nostre case… quale punto in comune ci può essere con chi lotta nelle corsie d’ospedale e nelle ambulanze?” ha dichiaro il titolare dell’azienda.

Ecco quindi nascere il Progetto Solidale BertO 5%, che destina appunto il 5% di tutte le vendite online a chi, da subito, è stato in prima linea nell’affrontare l’emergenza sanitaria. 

L’iniziativa ha raccolto un grandissimo interesse, è stata al centro di numerosi dibattiti e raccontata pubblicamente in talk e quotidiani.

“Abbiamo voluto mandare un messaggio forte e farci portavoce di un progetto al quale tutti – clienti, cittadini, ma anche imprenditori e aziende – possano partecipare, sostenendo le tante realtà del territorio. In tutto questo, non è mancato il contributo, in termini di approvazione e sostegno, dei nostri clienti: sono molti quelli che hanno manifestato la soddisfazione di essere partecipi – tramite un atto di acquisto – di un’iniziativa umanitaria quanto mai necessaria in questo momento. Anche loro sono stati invitati a far conoscere più possibile l’iniziativa nelle loro cerchie di contatti personali, così che la solidarietà produca il suo migliore effetto: quello di un contagio virtuoso e collaborativo”.

Il progetto BertO5% non si ferma: per continuare a donare è possibile visitare il sito internet.