10 Agosto 2020 Segnala una notizia
Desio, primo murales italiano dedicato alle vittime del COVID-19: domani l'inaugurazione

Desio, primo murales italiano dedicato alle vittime del COVID-19: domani l’inaugurazione

8 Maggio 2020

Sarà a Desio il primo murales italiano dedicato alle vittime del Coronavirus. Una rappresentazione in bianco e nero, di circa 30 metri, per ricordare chi non c’è più e onorarne la memoria.

L’opera d’arte è firmata da Martino Marrella, artista brianzolo che ha scelto 17 skyline di città da ogni continente per rappresentare un dolore che ha colpito tutti, a prescindere da sesso, età, etnia e religione. Tra i panorami urbani scelti, anche quello della città di Desio.

«Un omaggio personale alla mia città – ci spiega. – La Brianza, e più in generale la Lombardia, rappresenta uno dei territori maggiormente colpiti dall’emergenza. Mettere l’Italia nel mio murales era il minimo e quando ho dovuto scegliere quale città inserire, per non fare un torto a nessuno, ho scelto la mia Desio. Quello che ho creato è personale, ma in qualche modo collettivo: racconta il mio dolore, ma potenzialmente anche quello di tutti gli altri. In questi giorni sono spuntati tanti murales dedicati al personale sanitario, ai medici e agli infermieri. Quello che invece ho voluto fare io è dedicato a tutti coloro che non ci sono più».

“Il bianco e il nero per rappresentare le emozioni che stiamo vivendo”

Marrella, desiano ma con un’esperienza universitaria internazionale alle spalle, è un artista brianzolo. Ha una laurea in scienze politiche in tasca ed è il gestore del Dr.Creator Disco Pub, oltre ad essere un membro attivo della vita associativa nella sua città. Il suo ultimo lavoro, il murales dedicato alle vittime del COVID-19, verrà inaugurato domani, sabato 9 maggio alle ore 15.00 in via Sicilia 4, Desio. A MBNews, l’artista ha raccontato come è nato e cosa rappresenta.

«Diciassette città per raccontare una tragedia globale – ci rivela Marrella. – Ho scelto Hong-kong, Singapore, Kuala Lampur, Sidney, Tokio, Pechino, Dubai, Il Cairo, Palmira, Rio de Janeiro, New York, Gerusalemme, Parigi, Londra, Amsterdam, Mosca, e, infine, Desio. Sono rappresentate in bianco e in nero: due colori complementari che meglio di qualsiasi altra cosa, a mio parere, rappresentano i sentimenti che stiamo vivendo, dalla paura alla speranza».

«Via Sicilia è poco distante dalla stazione di Desio – prosegue. – Mi piace molto e un po’ mi emoziona l’idea che possa essere visto dai tanti che prendono il treno: guardando fuori dal loro finestrino potranno vedere, anche solo pochi secondi, il mio lavoro. Ognuno ha il proprio modo per comunicare le emozioni che sta vivendo in questi giorni: io ho scelto questo, e sono felice di condividerlo con gli altri».

L’inaugurazione, rispettando le dovute distanze di sicurezza, avverrà domani alle ore 15.00. Sono stati invitati gli amici più intimi, la stampa e una rappresentanza dell’amministrazione comunale di Desio.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

Lutto nel calcio brianzolo: Pol. Di Nova piange il suo allenatore Gianluca De Martino

Fatale un malore per il neo coach brianzolo. Oltre nel mondo dello sport, De Martino era noto e stimato anche nel campo della ristorazione: era infatti titolare di un ristorante a Carate Brianza. 

Covid, nessun decesso in Lombardia. Due nuovi contagi i Brianza

Nessun decesso, aumentano ‘Guariti e dimessi’ (+72), calano i ricoveri (stabili quelli in terapia intensiva e diminuiscono di 5 quelli in terapia non intensiva).

Intervista al sindaco di Monza, Dario Allevi: “Credo nei monzesi e nella loro grande forza di volontà”

In prima linea durante l'emergenza Covid, il sindaco di Monza Dario Allevi ha raccontato alla nostra redazione le fasi più delicate vissute durante la pandemia.

Brugherio, infortunio sul lavoro: 45enne perde la falange di una mano

Un 45enne, per un infortunio sul lavoro, ha subito l'amputazione della 3° falange dell'indice della mano destra.

Lissone, pacco dono per i nuovi nati: le famiglie ritirano il kit in farmarcia

I kit Pacco dono, già disponibili nelle 4 LloydsFarmacie di Lissone, potranno essere ritirati dalle famiglie previa presentazione della lettera ricevuta da parte del Comune.