04 Agosto 2021 Segnala una notizia
Microchip obbligatorio per i gatti. Soddisfazione anche degli animalisti monzesi

Microchip obbligatorio per i gatti. Soddisfazione anche degli animalisti monzesi

7 Gennaio 2020

Anche i gatti dovranno, per legge, essere dotati di microchip. La normativa di Regione Lombardia è entrata in vigore dal 1 gennaio e non è retroattiva. Quindi l’obbligo è riferito solo per i gatti nati o adottati a partire dal primo giorno del 2020.

La disposione è introdotta dal Piano regionale integrato della sanità pubblica veterinaria 2019-2023. E’ solo il veterinario a poter inserite il microchip sottopelle all’animale tramite una breve operazione che ha mediamente un costo che varia dalle 30 alle 50 euro. Prima dell’entrata in vigore della normativa regionale, l’applicazione del microchip era facoltativa. Tramite il dispositivo sottocutaneo è possibile identificare il gatto e il suo proprietario. 

Erano anni che ci battevamo per ottenere questa normativa e ora non possiamo che esserne felici – ha commentato Barbara Zizza, presidente dell’associazione animalista LEIDAA – si tratta di una novità importante perché il microchip è l’unico dispositivo a disposizione per il riconoscimento pressoché immediato dell’animale. Non solo, è anche l’unica modalità certa per provare di essere il proprietario del cane o del gatto”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Paola Brambillasca
Da sempre con una matita in mano. All’inizio disegno, alla fine scrivo. Per diletto e per lavoro. Sono fortunata, riesco a fare ciò che amo.


Articoli più letti di oggi