Quantcast
Monza, sabato 18 gennaio l'open Day del Bianconi - MBNews

Monza, sabato 18 gennaio l’open Day del Bianconi

La scuola accoglie circa 700 studenti. Attivo il servizio di studio esistito pomeridiano con la presenza dei docenti.

bianconi-bambini-palestra-suora

E’ una scuola storica a Monza. Negli anni Settanta le “interne” del Bianconi avevano una divisa forse tra le più eleganti degli istituti monzesi. Gonna scozzese, maglioncino e cardigan verde. Ora, a distanza di più di 50 anni da quei periodi la divisa è cambiata e la gonna ha lasciato il posto a una più pratica tuta, ma l’anima della scuola continua a essere riconosciuta e stimata. Una scuola paritaria che ha fatto della serietà e dell’impegno un tratto distintivo senza però mai dimenticare l’attenzione alla pedagogia e al coinvolgimento delle famiglie.

L’istituto Bianconi aprirà le sue porte il 18 gennaio in un open day che mira a far toccare con mano ai ragazzi e ai loro genitori una realtà radicata e in continua evoluzione. Una scuola che da via Torneamento a San Biagio proietta gli studenti verso le migliori università anche all’estero. Nel corso della mattinata saranno presenti tutti gli insegnanti della scuola che spiegheranno di persona alle famiglie l’offerta formativa di tutti le sezioni (scuola dell’infanzia, primaria, secondaria e liceo linguistico). In particolare per agevolare i genitori nel corso dell’open day per i bambini più piccoli sarà disponibile uno spazio dedicato ai laboratori gestiti direttamente dalle maestre della scuola primaria.

L’obiettivo è far conoscere gli spazi e le persone che vivono quotidianamente la nostra scuola alle famiglie interessate alla nostra realtà” ha spiegato la vicepreside della scuola Secondaria suor Monica Daniel-“. Una realtà apprezzata dagli ex allievi e dalle loro famiglie. “Abbiamo voluto chiedere proprio agli studenti e ai loro genitori quali fossero i punti di forza della nostra scuola e le loro risposte ci hanno confortato perché  hanno confermato il lavoro fatto e gli sforzi didattici profusi”.

Particolarmente apprezzata dai genitori che hanno partecipato al sondaggio interno la continuità didattica. “Abbiamo un organico di docenti ben selezionato e ben inserito – ha precisato la direttrice della scuola Primaria Federica Treccani- Pur con i naturali pensionamenti e avvicendamenti, riusciamo a garantire una continuità di accompagnamento nella didattica nel corso del percorso di studi dei ragazzi”.

Ogni sezione ha un docente madrelingua mentre al liceo c’è un madrelingua per ogni lingua studiata.

Altro aspetto particolarmente apprezzato è la possibilità di iscrivere gli studenti (di ogni ordine e grado) al momento di studio assistito pomeridiano. Momento gestito direttamente dai docenti che, nelle ore post scuola, assistono i ragazzi nello svolgimento dei compiti. “Si tratta di un servizio – ha commentato suor Monica Daniel- che consente ai ragazzi di approfondire o di chiarire con i loro docenti eventuali argomenti trattati durante la giornata scolastica e di svolgere parte dei compiti della settimana”.

E proprio la famiglia è una componente importante del percorso scolastico ed educativo dei ragazzi. “Le porte della presidenza e della direzione della scuola sono sempre aperte.- ha precisato la vicepreside della scuola Secondaria -. Crediamo molto nella collaborazione tra insegnanti e genitori. Un rapporto importante e fondamentale per un’educazione e un approccio formativo completo ed equilibrato. Per questo c’è grande apertura e disponibilità ai colloqui e agli incontri con la famiglia non solo per parlare delle questioni scolastiche ma per collaborare in un percorso educativo a 360 gradi”. Infine grande spazio viene dato  a momenti extracurriculari. Nella scuola dell’infanzia, ad esempio, viene proposto anche il corso di acquaticità.

Per maggior informazioni clicca qui.

Per info: www.collegio-bianconi.it