19 Giugno 2019 Segnala una notizia
Ospedale di Carate, dopo sei mesi di stop riaperto il reparto di pediatria

Ospedale di Carate, dopo sei mesi di stop riaperto il reparto di pediatria

1 Febbraio 2019

Causa mancanza di personale, la scorsa estate il reparto di pediatria dell’Ospedale di Carate era stato costretto alla chiusura. Ieri 31 gennaio, però, una nuova partenza e ad annunciarlo è proprio il direttore generale dell’Azienda socio sanitaria territoriale di Vimercate, Nunzio Del Sorbo: “teniamo molto al nostro territorio e questa riapertura, dopo sei mesi, sottolinea che ci stiamo muovendo – commenta – il messaggio che vogliamo dare è proprio quello che vogliamo investire le nostre energie e le nostre risorse per rendere sempre più attrattive le nostre realtà. Abbiamo un’ottima sanità in questo territorio e vogliamo che sia rappresentata e vissuta”.

GIUSTA TEMPISTICA

Felice e soddisfatta la Dottoressa Calzi, direttrice del reparto, che non ha dubbi: “riaprire ora è stato fondamentale, i letti sono già al completo: questo è il periodo in cui i bambini sono più soggetti all’influenza e alle varie problematiche respiratorie – spiega – garantire l’operatività ci ha permesso di evitare ai nostri pazienti e cittadini il disagio di essere trasferiti per le cure nelle strutture ospedaliere a noi vicine”.

Sei attualmente i posti letto disponibili, ma nel giro di breve arriveranno a circa una quindicina: “non solo – continua la dottoressa Calzi – sono stati riaperti anche i vari ambulatori così che il nostro ospedale è ritornato ad avere un reparto di pediatria completo da tutti i punti di vista”.

Insomma, una ri-partenza grintosa che però non vuole nascondersi dietro un dito e, infatti, la direttrice di reparto non nega che: “al momento la nostra équipe è composta da sei dirigenti medici, un organico che però rimane ben al di sotto di quello che dovrebbe essere – afferma – dovremmo essere di più e stiamo lavorando proprio per incrementare i nostri professionisti e, per l’appunto, abbiamo appena chiuso un concorso che porterà qui da noi una nuova dottoressa”.

MAMME SEGUITE A 360GRADI

Prima, durante e dopo. Le mamme che scelgono l’ospedale di Carate Brianza durante il loro percorso di maternità non vengono lasciate sole e lo spiega bene la dottoressa Anna Locatelli, ostetrica del reparto: “Sono felice di dire che si sta delineando un percorso nascita sempre più chiaro, che segue la donna dall’inizio alla fine. Oltre all’accoglienza, offriamo percorso di gestione in autonomia della gravidanza, accompagnamento alla nascita – spiega – è importante che questo momento, per ogni futura madre, venga vissuto nella maniera più positiva possibile”.

E, infatti, all’ospedale di Carate le donne in dolce attesa hanno la possibilità di fare moltissimi corsi di preparazione alla nascita, come lo yoga o musica. Non solo. Dal 2017 è partito anche il progetto di screening per la crisi post partum che serve a tutelare le mamme più fragili in un momento, seppur bello per ogni donna, anche molto difficile e complicato da affrontare: “Abbiamo una psicologa interna al nostro reparto proprio per questa ragione – conclude – e facciamo anche un percorso di sostegno durante l’allattamento, molto spesso indicatore se la mamma sta vivendo positivamente o meno questa nuova esperienza di vita”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi

Sesso in cambio di denaro: prete ricattato da tre brianzoli. Arrestati

Un 23enne di Bernareggio, una coetanea di Seregno e un 29enne di Ronco sono accusati di avergli estorto più di 6mila euro

Metro a Monza, l’annuncio del sindaco Allevi “Entro luglio a Roma per la firma”

Il borgomastro non ha dubbi: "Siamo molto vicino a chiudere. Per scongiurare ogni imprevisto ci siamo dati una deadline per la firma a Roma, ovvero entro il mese di luglio".

Monza, un residente: “Basta spaccio al ‘Parco 80’, situazione insostenibile”

Una segnalazione anonima arrivata alla redazione di Mbnews ci descrive una situazione che sta degenerando nella piazza di Parco 80 a causa del consumo di droghe leggere.

Parco 80 Monza

Monza, in mille alla “Cena in bianco”. Oltre 15mila persone per la nostra diretta live

Il 29 giugno si terrà la prima edizione della manifestazione a Cinisello Balsamo.

Sopralluogo ATP a Monza: “Struttura super”. Per i campi arriva l’esperto australiano

Una verifica che a Monza, in vista del progetto dell'Atp 250 'Monza Open 2020', non poteva andare meglio.