29 Marzo 2020 Segnala una notizia
Desio, Villa Tittoni: nuovo impulso allo sviluppo culturale tra pubblico e privato

Desio, Villa Tittoni: nuovo impulso allo sviluppo culturale tra pubblico e privato

25 Settembre 2018

Una lunga storia, quella della villa. Un lungo percorso, che oggi si è deciso a fare rete. “Questo è il bene più bello della città. Un punto di riferimento non solo per i cittadini, ma per tutto il circondario”. Lo dice Cristina Redi, assessore alla Cultura di Desio. E a volerci pensare, come darle torto?

Villa Tittoni Traversi. Un lungo romanzo, che oggi si arricchisce di un nuovo capitolo. Tutto da leggere, verso il suo proseguo. È nell’occasione di Ville Aperte, che nel pomeriggio di ieri, sabato 22 settembre, è stata presentata la sua nuova gestione. Una partnership tra l’amministrazione comunale e un ente privato, il Consorzio Comunità Brianza di Monza. Lo scopo, per l’appunto, è proprio quello di creare una comunità. “Vogliamo promuovere la villa con elementi di innovazione – dice Mario Riva, presidente del consorzio – così da creare una grande rete capace di coinvolgere tutta la comunità”. Un coinvolgimento, che però, necessita di risorse economiche e competenze organizzative e gestionali. Questo lo scopo del partenariato. Gestire assieme al Comune, almeno fino al 2019, la valorizzazione della Villa. 

L’operazione è stata resa possibile grazie alla normativa prevista dal Codice del terzo settore. Entrata in vigore lo scorso anno, sancisce e disciplina l’importanza dell’intervento privato, accanto a quello degli enti Statali nello sviluppo dei Beni Culturali.

In questa ottica ecco che sta prendendo piede un progetto innovativo, quello di aumentare la fruibilità della struttura. Un progetto ambizioso che vede protagonisti alcuni ragazzi dotati di handicap percettivi, sia visivi che uditivi, che hanno già cominciato a lavorare al fine di migliorare la fruibilità delle visite guidate e degli eventi in villa.

Forza, solidità e stabilità. Questi i punti fermi della nuova amministrazione, palesati anche dal nuovo logo. Un quadrato con all’interno un volto femminile. Simbolo, si sa, di vita, forza e speranza.

Insomma, se villa Tittoni si pone come punto di forza e di riferimento culturale su tutto il territorio, la Società di danza Monza e Brianza non poteva certo mancare alla nascita di questo perfetto connubio tra pubblico e privato. Infatti, ha presenziato facendo fare alla villa un tuffo nel passato. Dame e cavalieri e danzatori in abito d’epoca, han dato vita al gran ballo Risorgimentale.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.villatittoni.it

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Massimo Chisari
Milanese di nascita, brianzolo d'adozione. Guardo il mondo attraverso la mia macchina fotografica. Osservo. Cerco. E tramite le parole, racconto. Amo il giornalismo, quello sincero perché scrivere significa smettere di respirare per raccontare con il cuore. Ho due grandi passioni. L'arte e la letteratura, quella russa soprattutto. Ma ho un unico grande amore, anzi due. I miei due cani, Hubert e Brunhilde.


Articoli più letti di oggi

Coronavirus, a Monza e Brianza 2.086 positivi. +138 rispetto a ieri

Nella provincia di Monza e Brianza sale ancora il numero dei contagi: sono 2.086 i pazienti positivi al Covid-19 (+138 rispetto a ieri). Una crescita lenta ma costante.

Coronavirus, ANACI: “Attenzione ai condomini, le parti comuni sono a rischio”

I condomini, in piena emergenza Coronavirus, sono un luogo di potenziale contagio. L'allarme di ANACI e il vademecum che ogni palazzo dovrebbe rispettare.

Coronavirus, i contagi nella provincia di Monza e Brianza. Dati in crescita

Cresce il numero dei pazienti positivi al Coronavirus in Brianza. Nell’intera provincia ieri si contavano 1.750 casi.

Coronavirus, donate 600 mascherine da snorkeling jn poche ore: stop alle donazioni

La provincia :"Ringraziamo di cuore  tutti i cittadini per avere risposto con generosità e tempestività all'appello lanciato."

Coronavirus, in Brianza 2.265 positivi. A Monza si superano i 400 casi

Il San Gerardo di Monza ha gli stessi pazienti delle aree calde perchè grazie ai trasferimenti si riesce a far reggere ancora anche i presidi più esposti.