29 Luglio 2021 Segnala una notizia
Monza, un tunnel senza fine per la passerella di viale delle Industrie

Monza, un tunnel senza fine per la passerella di viale delle Industrie

7 Novembre 2017

Sembrava tutto pronto per l’inaugurazione e invece il taglio del nastro della passerella ciclo pedonale di viale delle Industrie a Monza è stata nuovamente rimandata. La nuova dead line, che a fine settembre era stata fissata a fine ottobre, è adesso la fine dell’anno.

Il sindaco, Dario Allevi, e l’assessore ai Lavori pubblici, Simone Villa, hanno annunciato che le giunte itineranti partiranno proprio dal quartiere Sant’Albino a metà novembre e che nell’ambito di quella che sarà la prima uscita ufficiale “on the road” della nuova amministrazione presenteranno alcuni correttivi al progetto della rotonda a fagiolo.

L’INTERVENTO

L’intervento da 300 mila euro varato per mettere in sicurezza uno degli incroci più pericolosi di tutta la città, quello fra viale delle Industrie, via Stucchi e via Salvadori rischia di passare alla storia come uno dei cantieri più tormentati della città. Oltre alla polemiche di fuoco che nei mesi passati hanno caratterizzato le varie fasi di lavorazione, adesso sono subentrate alcune necessità relative a modifiche e migliorie da apportare che stanno comportando un ulteriore ritardo rispetto al termine di fine ottobre.

La passerella è stata montata la scorsa estate, ma i residenti dovranno attendere ancora un paio di mesi di prima di vederla entrare un funzione e di avere a disposizione un passaggio in totale sicurezza sopra la rotonda di via Salvadori, ribattezzata a causa dei numerosi incidenti di cui è stata teatro “rotonda killer”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi