28 Luglio 2021 Segnala una notizia
Monza, tutti in piazza con Fight the Writers. Cancellate le scritte sui muri

Monza, tutti in piazza con Fight the Writers. Cancellate le scritte sui muri

29 Ottobre 2017

Da un quinquennio Fight the Writers conduce una vera e propria battaglia culturale contro i vandali che imbrattano i muri della città. Nella mattinata di domenica 29 ottobre, l’associazione è scesa nuovamente in piazza con”RipuliAMO Monza” un evento ideato per cancellare le scritte che deturpano le facciate di tanti, troppi edifici del centro storico monzese. Un segnale è arrivato anche dall’amministrazione comunale, che ha deciso di “sporcarsi le mani” aiutando i volontari a ridipingere i muri sfregiati dai vandali.

mb.fight.the.writers4

Dario Allevi, il sindaco, ha indossato la tuta bianca che da sempre rappresenta la divisa di ordinanza dei Fight the Writers, dando la prima passata di colore su una delle numerose scritte che campeggiavano sulla facciata della biblioteca civica di via Giuliani. In Piazza Trento e Trieste, da dove ha avuto inizio la manifestazione intorno alle ore 9, si sono radunati circa un centinaio di volontari, tra cui diversi componenti del consiglio comunale e alcuni assessori della giunta Allevi: Maffè, Arbizzoni, Arena e Longo. Da lì la processione di tute bianche si è spostata verso la passerella di Via Sella, per continuare poi nel corso del pomeriggio l’opera di pulizia in altre zone del centro storico.

“Una bellissima giornata – ha commentato il primo cittadino monzese – Vedo tanti amici e tanti cittadini che insieme alla nostra amministrazione vogliono combattere questa piaga della nostra città, invasa dai writers e dai graffiti. E’ una battaglia di civiltà, che spero possa andare avanti con sempre più persone dalla nostra parte. Perché credo che la civiltà di tante persone per bene debba vincere sull’inciviltà di pochi personaggi”.  Il “repulisti” dei primi edifici è cominciato dalla biblioteca comunale , che già era stata bonificata dall’opera di Fight the Writers nel maggio del 2013 e in un’altra occasione. Muniti di pennelli e vernice i volontari hanno iniziato a ripulire  muri imbrattati, seguendo l’esempio del sindaco Allevi che ha dato inizio ai lavori.

Mb.Fight.the.writers2

“Da cinque anni svolgiamo azioni di questo tipo – ha spiegato Filiberto Vago, presidente Fight The Writers – La pulizia è un gesto simbolico in quanto noi non siamo degli imbianchini ma lo facciamo per il bene della città. Oggi è importante per noi la presenza del sindaco e il sostegno dell’amministrazione comunale. Vogliamo far capire che l’arte di strada è arte, e quella noi l’aiutiamo. Ciò che non possiamo accettare sono gli imbrattamenti dei muri, le tag, le scritte insignificanti. Alcuni gruppi che vandalizzano i muri sostengono che la città e loro e possono fare quello che vogliono. Bene, noi rispondiamo allo stesso modo, la città e nostra e facciamo quello che vogliamo, infatti la ripuliamo”. Un messaggio forte e chiaro, rivolto a chi ha manifestato insofferenza nei confronti delle azioni delle azioni portate avanti da Fight the Writers. Come il collettivo Tarantula ad esempio, che a più riprese ha minacciato di armarsi di bomboletta e gettare alle ortiche gli interventi di pulizia dell’associazione. Ma l’assessore Longo vuole essere chiaro: “ Da oggi in avanti verranno severamente puniti coloro che verranno colti a deturpare i nostri edifici– ha spiegato ai nostri microfoni- In quanto assessore al turismo devo dire che non è ammissibile mostrare a chi viene a visitare la nostra città una Monza così degradata. E’ l’inizio di una nuova era,  la città deve essere riportata al massimo decoro, farò di tutto perché ciò avvenga.”.


La lotta al vandalismo non finisce qui, ma deve essere portata avanti giorno per giorno. Ognuno è chiamato a dare il suo contributo, perchè come ha detto il grande architetto Renzo Piano “La città è una stupenda emozione dell’uomo” perciò spetta a noi, aggiungo io, salvaguardare questa emozione salvando il bello ed eliminando il superfluo.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Luca Giovannoni
Luca Giovannoni, ho 25 anni e sono nato e cresciuto a Monza. Mi sono laureato presso la facoltà di Linguaggi dei Media dell’Università Cattolica di Milano, e scrivere è stata da sempre una delle mie più grandi passioni. Su MBNews cerco di raccontare la cronaca cittadina e gli eventi culturali legati al territorio brianzolo con la curiosità tipica del ragazzo di provincia che prova ad affacciarsi al mondo dei grandi...Cerco di leggere e informarmi il più possibile e quando riesco mi concedo lunghe passeggiate nel parco della mia città. Sono uno di quelli che crede che un giorno, piaccia o non piaccia, l’informazione online soppianterà quella cartacea. Non spetta a me giudicare se questo capovolgimento di ruoli porterà a maggiori benefici o se avrà invece conseguenze negative, ma credo che ognuno di noi debba dare il proprio contributo!


Articoli più letti di oggi