Quantcast
Lissone: Safer Place in azione: rilevata un'infrazione al minuto! #Video - MBNews
Attualità

Lissone: Safer Place in azione: rilevata un’infrazione al minuto! #Video

D'ora in avanti la Polizia locale si avvarrà di questa sofisticata tecnologia israeliana per identificare gli illeciti alla guida.

mb.Saferplace.Lissone20

Un occhio digitale d’ora in poi perlustrerà attentamente le strade di Lissone e dintorni, smascherando le irregolarità e sanzionando chi vuole fare il furbo… si tratta del sistema di sicurezza stradale Safer Place.

Da ieri la Polizia locale lissonese si avvarrà di questa sofisticata tecnologia israeliana per identificare i veicoli sprovvisti di regolare assicurazione o revisione. Ma in realtà la portata di questa innovazione a vantaggio della sicurezza è molto più ampia: Segnalazioni di vetture rubate, indicazioni di possibili contravvenzioni alla guida (es. utilizzo dei cellulari), controllo su eventuali mezzi sospetti, blacklist e molto altro.

L’innovazione  di videosorveglianza mobile installata all’interno di un mezzo già in dotazione della polizia locale è stata presentata ieri in comune a Lissone. In particolare la tecnologia funziona grazie ad una telecamera 360° che consente di rilevare tutto ciò che accade intorno alla volante in movimento. “Siamo tra i primi in Italia ad adottare Safer Place – ricorda l’assessore Beretta – I secondi nel nord Italia dopo Verona. Questo dev’essere un motivo d’orgoglio e una riprova del fatto che, qui a Lissone, viene data una grande importanza alla sicurezza stradale e alla tutela della legalità”.

Il comandante della Polizia locale Longobardo, entra invece nello specifico, parla dei risultati reali registrati dal nuovo sistema, nel corso del giro di prova alla guida della vettura dotata di Safer Place, avvenuto poco prima dell’incontro. “Abbiamo testato il sistema: I dati sono impressionanti. Nel corso di venti minuti lo strumento ci ha segnalato ben 20 veicoli privi di regolare assicurazione o revisione. Sono numeri incredibili. Soprattutto in un momento come questo, in cui soffriamo di carenze d’organico, questa centrale mobile potrà esserci d’estremo aiuto, ci farà risparmiare tempo ed energie”. Parole che chiariscono subito la concreta efficacia della nuovissima tecnologia israeliana, già utilizzata in particolari aree del Mondo. “A Tel Aviv, che è la città in cui si trova la nostra sede, sono attive al momento circa dodici volanti munite di un sistema Safer Place – spiega Fabio Marangini. – Il sistema nasce in Israele, non per la verbalizzazione delle contravvenzioni stradali, ma per controlli a livello militare, soprattutto per tentare di arginare il problema del terrorismo. Qui da noi ovviamente, Safer Place sarà utilizzato a scopo civile e non militare. Detto questo, è un sistema che serve assolutamente, per fare sicurezza sul territorio. Controlli sulle auto rubate, segnalazioni di possibili situazioni ad alto rischio, identificazione di vetture rientrati nella categoria blacklist e altro ancora, non solamente mancato rinnovo assicurativo o assenza di revisione”.

mb.Saferplace.Lissone7L’importanza di Safer Place viene ulteriormente ribadita dalle parole del vice comandante Lanna: “Non solo Lissone potrà avvalersi dell’apparecchio in dotazione. Abbiamo già sentito il comandante dei Carabinieri di Seregno Fersini, e possiamo dirvi da subito che i corpi di sicurezza del territorio collaboreranno a stretto contatto coadiuvati da Safer Place”.

Un macchinario che ha quindi la possibilità di fornire molteplici servizi in aiuto alle forze dell’ordine, ma che come ci tiene a ricordare il comandante Longobardo: “Non vuole essere uno strumento punitivo nei confronti dei cittadini. Non ne vogliamo fare un uso massivo e altamente redditizio, ma bensì usufruirne per dare sicurezza alla gente. E’ importante che i cittadini lo sappiano”. I furbetti in ogni caso sono avvisati, con Safer Place non si scherza!

commenta