07 Giugno 2020 Segnala una notizia
Monza: ecco gli eventi in occasione della “Giornata Internazionale per la Pace”

Monza: ecco gli eventi in occasione della “Giornata Internazionale per la Pace”

15 Settembre 2015

In occasione delle celebrazioni per la “Giornata Internazionale per la Pace e la Risoluzione dei Conflitti” indetta ufficialmente dalle Nazioni Unite per il 21 settembre di ogni anno, la UPF Monza sta promuovendo la “Settimana della pace 2015” con una serie di manifestazioni, in collaborazione con molte altre Associazioni, con l’adesione e il patrocinio del Comune e della Provincia di Monza.

Di seguito e in sintesi gli eventi previsti:

Giovedì 17 settembre ore 21.00, al Teatro Binario 7 in via Turati 8, Monza (zona stazione FS, park in piazza Castello): la settima edizione dello spettacolo di cabaret per beneficenza “Ridere per aiutare a sorridere”, a cura del Gruppo Etico All Is One, con l’esibizione gratuita di comici da “Zelig” e Caffè Colorado”, il cui incasso sarà devoluto per sostenere una scuola in Nepal di bambini tibetani e progetti educativi per giovani profughi birmani.

Sabato 26 settembre dalle ore 9.30 alle 17.30, presso la Sala E dell’Urban Center in via Turati 6, Monza: il convegno nazionale sul tema “Educazione alla Pace: il nutrimento delle coscienze” con le seguenti sezioni: 1^ il ruolo della cooperazione interreligiosa – 2^ il ruolo della politica – 3^ il ruolo dell’economia – 4^ il ruolo dell’ecologia ambientale. Tutte le sessioni prevedono più relatori, molti gli ospiti autorevoli previsti e dibattito finale con il pubblico. Con lo speciale patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Sabato 26 settembre dalle ore 20.45 alle 22.00: l’ormai tradizionale “Veglia interreligiosa per la pace”, giunta all’undicesima edizione: un intenso momento di riflessione e condivisione a sostegno spirituale per la pace nel mondo, con la partecipazione di molti esponenti delle varie fedi e comunità religiose.

Domenica 27 settembre dalle ore 15.00: “Tornei interetnici sportivi”, con gare di pallavolo femminile e calcio a 7.

Per informazioni: monza@italia.upf.org Tel. 3930077700, www.italia.upf.org / www.trofeodellapace.org

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi

Covid19 e trombosi. I ricercatori del San Gerardo di Monza scoprono il legame

Lo studio dell'Università Milano-Bicocca spiega come il virus potrebbe infettare direttamente la superficie interna dei vasi nei pazienti con complicanze trombotiche.

Presentato MIMO, un parco lineare di 15 km per collegare Milano con Monza

Un corridoio verde di 15 km capace di ridurre il traffico, migliorare la qualità dell’aria e aumentare il valore degli immobili e delle attività commerciali sul percorso.

Covid-19, i supermercati bloccano la vendita di prodotti non necessari: l’incognita

Alcuni Carrefour, Esselunga ed Eurospin della Brianza, da Lissone a Monza, hanno posto dei cartelli su alcune corsie, che riportano il divieto d'acquisto di materiali non di prima necessità. La polemica.

A Monza e Brianza 5.510. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

Ieri il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato la nuova ordinanza con validità 1 giugno.

Incidente mortale a Verano: ragazza di 25enne travolta e uccisa da un ubriaco al volante

Incidente mortale a Verano Brianza: una ragazza di 25 anni è stata travolta e uccisa da un uomo ubriaco al volante dell'auto. Capitanio: "Troppo poco è stato fatto a livello culturale per contrastare il reato di omicidio stradale".