24 Ottobre 2021 Segnala una notizia
Monza, blitz nel cuore della movida: 175 multe per divieto di sosta

Monza, blitz nel cuore della movida: 175 multe per divieto di sosta

8 Luglio 2015

E’ stato un lungo weekend di controlli quello appena trascorso nel cuore della movida monzese. Tre sere in tutto che hanno portato a 175 multe per divieto di sosta. L’intervento è conseguente anche ad un esposto che alcuni residenti (circa 50 firme) di via Bergamo hanno sottoscritto a forze dell’ordine, Prefettura di Monza e Brianza e Comune, perchè esasperati dalla “sosta selvaggia” e da schiamazzi nelle ore serali.

Ma non solo: gli agenti, che con gli uomini dell’Ispettorato del lavoro hanno effettuato una serie di controlli nella via e negli esercizi presenti, oltre alle 175 multe, hanno emesso una denuncia nei confronti del gestore di un locale per avere venduto alcol ad un giovane con meno di 16 anni, e lo hanno multato per aver servito bevande alcoliche in altre due occasioni a ragazzi tra i 16 e i 18 anni.

La questione ha fatto capolino anche in consiglio comunale a Monza dove il capogruppo di Forza Italia, Domenico Riga, ha spiegato «Sono assolutamente favorevole che la Polizia locale effettui dei sopralluoghi per la sicurezza cittadina, ma francamente non capisco che tipo di disagio possa aver scatenato un controllo tale in via Bergamo. Ciò soprattutto all’ora di cena, quando in modo molto tranquillo ci sono persone in situazioni conviviali, generando un fuggi fuggi generale. – prosegue – Nella via in questione ci sono solo uno/due locali che probabilmente creano disagio. Sarebbe forse più opportuno fare dei controlli mirati che condurrebbero a migliori risultati sia per gli esercizi commerciali che per i monzesi».

In seguito all’intervento l’assessore al Commercio Carlo Abbà ha replicato: «I controlli vanno bene e non c’è nessun tipo di problema. La prossima settimana incontreremo i rappresentanti degli esercenti e i cittadini che si erano fatti sentire con un documento. Insieme alla Polizia Locale e all’assessore alla Sicurezza, Paolo Confalonieri, troveremo delle soluzioni che siano confacenti a tutti. Il problema credo non risieda nelle prime ore serali, ma dopo la mezzanotte, quando il pubblico cambia e i comportamenti tenuti anche»

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. Be, generalmente una macchina parcheggiata che viene multata, merita di essere multata, quindi non vedo nulla di male, anzi.

    Il vero problema è che viviamo in un paese dove vige il NON rispetto delle regole, quindi tutti si sentono legittimati a dire la loro quando c’è in ballo una regola.

    La soluzione è semplice: parcheggi dove non puoi, ti becchi la multa, paghi e taci (e dovresti anche chiedere scusa per i disagi creati).

    Invece l’italiota inventa scuse del tipo “manca il parcheggio”, “non dava fastidio a nessuno”. Cazzate.

    Situazione di via Bergamo: anarchia. Macchine messe ovunque, casino ingestibile fino a tarda notte, sporcizia oltre i limiti del tollerabile. Chiunque affermi il contrario mente sapendo di mentire.

    Che poi ci siano molti locali belli e ben gestiti, che poi molte persone che frequentano la zona siano persone per bene, questo nessuno lo nega.

    La verità è che in zona c’è parcheggio, basta andare in zona Canova o Amati, solo che la gente piuttosto che muovere il culo e fare 400 metri a piedi deve parcheggiare sul marciapiede o davanti ad un portone.

    Qualche settimana fa ho provato a chiedere ad una persona di spostare la macchina dal parcheggio disabili e per poco non mi prendevo un cazzotto.

    • Cittadino dice:

      Hai totalmente ragione. però una cosa…gradirei che la stessa “intolleranza” (magari quando c’è lavaggio strade e piove) i simpatici vigili monzesi la applicassero anche per chi guida col cellulare( 90% dei guidatori)

Articoli più letti di oggi