26 Ottobre 2021 Segnala una notizia
Monza, dalla Tasi all'Imu: è la settimana delle tasse. Ecco le scadenze

Monza, dalla Tasi all’Imu: è la settimana delle tasse. Ecco le scadenze

15 Dicembre 2014

Alla vigilia del “tax day” i monzesi si preparano ad aprire il portafogli. Entro martedì 16 dicembre, infatti, devono essere effettuati i versamenti del saldo, con il modello F24 in banca o in posta, relativi a Imu e Tasi. Per la terza rata della Tari si potrà attendere ancora qualche giorno, la scadenza è infatti fissata per il 31 dicembre.

Una settimana di pagamenti che non fa dormire sogni tranquilli ai contribuenti monzesi. Scadenze e modalità di saldp hanno gettato un po’ tutti nello scompiglio.
Di seguito ecco un piccolo vademecum per agevolare le operazioni di saldo.

IMU- Per calcolare l’IMU dovuta è necessario conoscere la base imponibile. Bisogna quindi partire dalla rendita catastale dell’immobile che deve essere rivalutata del 5% e successivamente moltiplicata per il moltiplicatore. A questo punto, ottenuta la base imponibile IMU, la stessa va moltiplicata per l’aliquota corrispondente alla propria tipologia.

Per l’anno 2014 non è dovuta l’IMU per le seguenti categorie di immobili:

  1. abitazione principale e relative pertinenze (nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C2,C6,C7), ad eccezione dei fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
  2. abitazione principale e relative pertinenze (nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C2,C6,C7), ad eccezione dei fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, posseduti da soggetto anziano o disabile che acquisisce la residenza in istituto di ricovero o sanitario a seguito di ricovero permanente a condizione che la stessa non risulti locata;
  3. casa coniugale assegnata al coniuge e relative pertinenze (nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C2,C6,C7) a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento,scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio ad eccezione dei fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
  4. unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze (nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C2,C6,C7) dei soci assegnatari;
  5. fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture 22 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2008;
  6. fabbricati rurali ad uso strumentale.
  7. fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.
  8. unico immobile, iscritto o icrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze dei vigili del fuoco, e, fatto salvo, quanto previsto dall’art. 28 comma 1 del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica;

TASI – Dal 1° gennaio 2014 è istituita la TASI, Tassa sui Servizi Indivisibili, che finanzia i servizi non sono misurabili singolarmente, ma destinati alla collettività.
Il pagamento deve essere eseguito con modello F24 in banca o in posta con bollettino di conto corrente postale n. 1017381649 – intestato a: pagamento TASI (I bollettini si trovano solo in posta). Il codice COMUNE per il Comune di Monza è F704
Il codice tributo utile alla compilazione del modello F24 per l’anno 2014 è il seguente: 3958 TASI Abitazione principale, 3961 altri fabbricati (fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita)
Chi deve pagare – abitazione principale e sue pertinenze, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1 – A/8 e A/9 (case signorili, ville e castelli), sulle quali si paga l’IMU; fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita purchè non locati. La TASI non si paga su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza dell’abitazione principale, case date in affitto). Anche su questi immobili, infatti, si paga l’IMU.

Chi abita in una casa in affitto o chi ha dato una casa in affitto non deve pagare la TASI. Nel caso di alloggi sociali (per esempio ALER) occupati da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale, sia quest’ultimo che l’occupante si considerano titolari di un’ autonoma obbligazione tributaria, essendo entrambi tenuti al pagamento del tributo. La quota di versamento dell’ammontare complessivo è così ripartita: 90 per cento per il proprietario o titolare di diritto reale; 10 per cento per l’occupante. In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TASI è dovuta soltanto dal possessore dei locali a titolo di proprietà o di diritto reale di godimento.

TARI – La TARI deve coprire totalmente i costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento. Per l’anno 2014 la TARI comprende il tributo: netto destinato al Comune, provinciale destinato alla Provincia pari al 5%. Non è più dovuta la quota statale pari a 0,30 centesimi/mq.

La TARI deve essere pagata da chi possiede/occupa/detiene locali o aree scoperte operative a qualsiasi uso destinati (a titolo esemplificativo abitazioni, box, uffici, negozi, magazzini, laboratori, palestre, ecc.). Si applica dal giorno in cui inizia il possesso, l’occupazione o la detenzione dei locali o delle aree, fino al giorno in cui termina.

La scadenza è il 31 dicembre 2014.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi