03 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Lissone, locale con lente d'ingrandimento. Come riconoscere documenti falsi

Lissone, locale con lente d’ingrandimento. Come riconoscere documenti falsi

5 Febbraio 2014

Lissone dichiara guerra ai documenti falsi e alle false generalità. La polizia locale della città del mobile, la scorsa settimana, ha organizzato e tenuto un importante corso, aperto anche ai cittadini, a 60 agenti e 15 distretti locali di altrettanti comuni della zona per il riconoscimento di documenti contraffatti. «Un corso che nasce dall’esigenza – commenta Antonio Virgilio Liberato, comandante della locale – di riuscire a focalizzare la presentazione di documenti falsi durante i controlli di polizia e tentare di riconoscere i falsi autentici».

Un problema diffuso a Lissone? «Oggi sono le assicurazioni false e le patenti a rappresentare la fetta maggiore della questione – continua Liberato – mentre qualche anno fa erano i permessi di soggiorno. È diventato molto complicato riconoscere il falso perché gli strumenti moderno permettono una capacità di falsificazione molto elevata».

«Attenzione a filigrana e grammatura della carta – conclude Liberato – che hanno una diversa resa nei documenti falsificati».

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Articoli più letti di oggi