29 Novembre 2020 Segnala una notizia

Incredibile gesto di inciviltà: rubato un secondo defibrillatore in centro a Monza

28 Gennaio 2014

«Ridate alla città di Monza il defibrillatore e noi ritiriamo la denuncia». A lanciare questo accorato appello è l’associazione monzese Brianza per il Cuore. Risale allo scorso 11 gennaio il clamoroso gesto di inciviltà consistente nel furto del defibrillatore (Dae) posizionato nella centralissima via Italia a Monza. Un gesto che lascia attoniti, consumatosi in pieno giorno proprio in quello che da molti è considerato tra i salotti buoni della città.

Nessuno ha visto, nessuno ha sentito: questo clamoroso gesto, un atto di vandalismo con ogni probabilità, è stato compiuto con le medesime modalità di quello avvenuto lo scorso 10 novembre nella stazione centrale di Monza: spaccato il vetro di protezione il defibrillatore è stato portato via al suono del cicalino entrato in funzione. L’associazione monzese fa sapere di aver sporto regolare denuncia presso il comando dei Carabinieni del capoluogo brianzolo. Ed è proprio ad opera dei carabinieri che si sono attivate le indagini con la precisa volontà di fermare al più presto questo inutile gesto di vandalismo. «Si presume che si tratti di un atto di puro vandalismo, o di stupidità, – spiegano dall’associazione – in quanto l’oggetto in se stesso non è un prodotto commerciabile, ha una tracciatura seriale inalienabile e, dotato di segnalatore GPS, è rintracciabile come cella telefonica dalle forze dell’ordine presso le quali è stata effettuata regolare e pronta denuncia. Siamo determinati, così come le istituzioni, a stroncare questo assurdo atto chiediamo di riconsegnarlo e in tal caso ritireremmo la denuncia senza perseguire l’autore dello stupido gesto. Il furto del defibrillatore può mettere a repentaglio la sopravvivenza di un nostro caro o di noi stessi».

Un appello dunque al senso civico di tutti i monzesi: «E’ estremamente importante ritrovare il defibrillatore rubato che Brianza per il cuore ha posizionato in città grazie alle generose donazioni ricevute. Il sistema Gps del defibrillatore rubato è ancora attivo: speriamo per questo di ritrovarlo al più presto».

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. Se il GPS è in funzione, cosa aspettano ad andare a recuperare il defribrillatore invece di pensare a denunce, moralismi e annunci vari ????

  2. Poi abbiamo una bella voglia a lamentarci del fatto che le istituzioni fanno poco, lentamente e male. Di fronte all’inciviltà della gente è naturale che non siano neanche troppo invogliati a fare. Se ogni cosa buona che fanno viene distrutta, non se ne esce più. Stesso discorso vale per vandali e writers.

  3. questo paese e’ al capolinea…aprire le frontiere a tutti ha portato malvivenza e disgregazione sociale….distruzione del tessuto lavorativo con l’abbassamento dei salari alla fame e totale incivilta’ morale ed etica….buon europa a tutti !

    • Il grezzo dice:

      E se fossero stati italiani???? Basta con il razzismo a vanvera!!! Evolviti fratello… non fare l’italiota

  4. Felice Terrabuio dice:

    Che dire… siamo proprio caduti in… bassoo!!!!!!!!!!!!

  5. Se il GPS è in funzione, cosa aspettano ad andare a recuperare,

  6. MassimoC dice:

    Con tutte le telecamere che ci sono in centro, tra banche e negozi di lusso, non dovrebbe essere difficile individuare gli autori. Dopodichè, una pizzicata tra le gang di teppistelli che si annidano in zona, ed il gioco è fatto. E che non vinca il buonismo.

  7. allupoallupo dice:

    sono stati i zingari

Articoli più letti di oggi