05 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Il camposanto di Brugherio di nuovo preda dei ladri di rame

Il camposanto di Brugherio di nuovo preda dei ladri di rame

16 Gennaio 2014

Furto di rame al cimitero nuovo di Brugherio.  È accaduto nella notte di venerdì scorso che ignoti malviventi si sono introdotti nel camposanto e hanno smontato e portato via le lastre di rame che erano poste a copertura dei tetti di alcune cappelle private.

Un furto del tutto simile a quello avvenuto l’estate scorsa sempre nel camposanto quando a sparire furono alcune statue di rame. L’allarme è scattato il mattino dopo ma intanto nessuno sembra essersi accorto di nulla. I ladri che forse hanno raggiunto il cimitero con un furgone sul quale hanno poi caricato la refurtiva, sono entrati nel cimitero scavalcando il muro di cinta e poi  hanno preso delle scale a pioli per salire sui sui tetti delle casette. A quel punto hanno arraffato le lastre e le hanno portate via fuggendo nel nulla. Il giorno dopo alcuni cittadini che sono entrati al cimitero hanno notato qualcosa di strano nelle cappelle e hanno chiamato i carabinieri.

La vicenda è venuta subito alle orecchie del sindaco Marco Troiano visibilmente sconcertato per l’accaduto. Purtroppo il custode non c’è più da quando l’ultimo andò in pensione nel 2012 e quindi, secondo l’amministrazione comunale, un modo di risolvere la questione potrebbe essere quello di installare una videocamera di sorveglianza, magari una di quelle già finanziate dal bilancio appena approvato e destinate al centro città.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Laura Marinaro
Giornalista dalla punta dei capelli a quella dei piedi. Nella vita di cronista e di comunicatore a 360 gradi ho fatto di tutto. Gli inizi a La Notte, ultimo quotidiano del pomeriggio, e poi i viaggi per il mondo. Il ritorno alla cronaca è stato a Monza dove attualmente faccio base ma per espandermi nel milanese e in Lombardia. Amo indagare soprattutto sui fenomeni di corruzione. Ho pubblicato due libri, uno sui papà separati e uno sulla Corruzione e ora sono impegnata nel sociale con CosaPubblica. Passioni? Oltre il lavoro la mia splendida Martina;)


Articoli più letti di oggi