20 Agosto 2019 Segnala una notizia

Le lampadine non vanno: tre richiedenti asilo sequestrano educatrice

Paura per la giovane, una 26enne di Varese, che è riuscita a inviare un sms al padre che a sua volta ha allertato i Carabinieri

Convegno al Binario 7: “Migranti, l’accoglienza ha funzionato”

Il Comune di Lissone ha concesso il proprio patrocinio all’iniziativa promossa dalla Rete Bonvena relativa al convegno "Migranti, l’accoglienza ha funzionato".

Mediatore sequestrato, picchiato e minacciato da 4 richiedenti asilo

L'uomo è riuscito a dare l'allarme inviando un sms dal bagno, dove è stato tenuto rinchiuso per 30 minuti. I quattro migranti sono stati arrestati per sequestro di persona, lesioni e minacce

Il presepe rotto di via Moneta riapre la polemica sull’integrazione

Le Lega torna ad attaccare l'Amministrazione comunale (PD) sulla questione profughi: in via Moneta continuano, da anni, i disagi.

Profughi a Briosco, svolta storica. Per la prima volta, decisione finale in mano ai residenti

Briosco capofila in quella che potrebbe essere una svolta storica nel panorama politico: saranno le famiglie della palazzina a decidere se accettare o meno l'arrivo dei richiedenti asilo.

Profughi a Briosco? Proteste al presidio: “Il comune deve fare qualcosa subito”

Il Ministro degli Interni Salvini è intervenuto sulla questione: prima la volontà del territorio. Se Briosco dice no, la prefettura deve trovare una soluzione alternativa alla sistemazione dei 14 richiedenti asilo

Richiedenti asilo: in 100 già lavorano in 80 aziende della Brianza

L'obiettivo del 2018 della RTI Bonvena, che da 4 anni gestisce l'emergenza profughi, è raddoppiare gli inserimenti lavorativi.

Cavenago, mediatore minacciato e preso a bastonate da un richiedente asilo

L'uomo è stato trasportato all'ospedale di Vimercate con ferite e contusioni a testa, collo e ginocchio e fratture alle costole. L'aggressore, un 26enne, è stato denunciato

Lazzate, i profughi arrivano e se ne vanno: è la seconda volta

Giovedì 11 gennaio l'associazione D&G Research ha comunicato che la famiglia ospitata in uno degli appartamenti di via Volta si è allontanata volontariamente. Era già successo a ottobre.

Meda, casa dei profughi non a norma. Il sindaco: “chi pensa alla loro sicurezza”?

Nell'appartamento sono ospitati 19 richiedenti asilo, ma secondo i limiti di legge potrebbero essercene solo 12, inoltre uno dei tre bagni non sarebbe a norma.