21 Gennaio 2021 Segnala una notizia

“La Brianza che non molla”, domani il corteo funebre dei ristoratori contro i Dpcm

Con una simbologia funebre, annuncia la manifestazione di protesta il movimento "La Brianza che non molla".

#IoApro1501: le nostre interviste ai ristoratori, mentre c’è la protesta a Monza (che non decolla)

Era ieri la giornata di mobilitazione dei ristoratori di "Io apro". Come è andata a Monza? Siamo andati a vederlo.

Mirko Grassi, 33 anni, racconta il dramma dei ristoratori: “Basta divieti, ma non serve la protesta #IoApro”

Per l'imprenditore monzese la disobbedienza del 15 gennaio non è la soluzione: "Bisogna usare la testa e far capire che i ristoranti sono sicuri"

“Io apro 1501”: anche in Brianza i ristoratori sono pronti alla protesta

Dal movimento annunciato anche "supporto legale" ad attività e clienti.

Vimercate, porta in faccia ai cittadini di Oreno: “Il progetto di via Rota non cambia”

Non ha avuto effetto la protesta dei lumini: l'Amministrazione comunale esclude modifiche significative nella riqualificazione della storica strada di Oreno

Flash Mob di protesta a Vimercate: 487 lumini piangono i cedri abbattuti

Domenica molti vimercatesi hanno lasciato "un segno di luce" lungo via Rota per la tutela della storica strada.

Vimercate dice basta al casello di Agrate: “Il presidente Fontana mantenga la promessa e lo elimini”

Votata all'unanimità la richiesta alla Regione contro barriera che doveva essere tolta nel 1985 e prende 32 milioni di pedaggi all'anno

“Non lasciate la scuola all’ultimo posto”, l’appello e la protesta contro la didattica a distanza

Si sono radunati, dalle 8 alle 14, in piazza Trento e Trieste, muniti di computer, tappetini, libri e fogli, e quindi attrezzati per seguire le lezioni.

Vimercate, banchi in strada fuori dalla media Calvino: “La Dad non è scuola, vogliamo tornare in aula”

Tre tredicenni manifestano ogni mattina contro la didattica a distanza seguendo le lezioni online davanti ai cancelli della loro scuola

Via Buonarroti, il comitato contro l’abbattimento degli alberi: “Fateci vedere le perizie”

"Gli agronomi - spiegano dal Comune - hanno confermato l'impossibilità di tagliare nè contenere le radici perché le piante si indebolirebbero e sarebbe pregiudicata la stabilità".