Pedemontana

Pedemontana, Sironi: la Regione apra i tavoli ai sindaci

Il primo cittadino di Agrate contesta la strategia degli incontri comune per comune: "si vuole chiudere la partita senza confronto"

Trivella carotaggio Pedemontana tra Bellusco e Vimercate tratta D breve

Politici lombardi assenti in Regione per il tavolo su Pedemontana. Al confronto fissato per le 14 del 12 settembre, si sono presentati solo i rappresentanti di Pedemontana, di Cal spa e i tecnici della Regione ma l’assessore alla partita Claudia Terzi non c’era e nemmeno il leghista Andrea Monti che sull’argomento è stato protagonista di qualche scambio polemico con i sindaci del Vimercatese, ha partecipato. La Provincia di Monza e Brianza ha portato al tavolo la sintesi delle osservazioni (molto critiche) dei Comuni ma il confronto è rimasto sul piano tecnico, senza concessioni. Brutto segnale per chi, come il sindaco di Agrate Simone Sironi, unico ammesso per un focus speciale sul suo territorio, non la vuole proprio quella tratta D breve di autostrada.

SINDACO DI AGRATE

“Crediamo sarebbe uno scempio ambientale – ha detto il primo cittadino di Agrate appena uscito dal Palazzo – ma la mia impressione è che non ci sia margine di discussione da parte di chi può decidere. Si pianificano tavoli tecnici, comune per comune, ma la discussione politica sul merito a nostro avviso non può essere ancora chiusa. Non avrebbe senso spezzettare certi grandi temi, come lo strazio delle reti ecologiche nel parco Pane, in incontri isolati, sindaco per sindaco”. Sironi ritiene sia indispensabile invece un tavolo allargato ai comuni della tratta D breve e nella stessa direzione marcia anche il sindaco di Arcore Maurizio Bono che sabato scorso ha organizzato un confronto con i colleghi in Villa Borromeo. In linea anche la Provincia di Monza e Brianza di Luca Santambrogio.

Pedemontana incontro Villa Borromeo

LE ALTERNATIVE CI SONO

L’istanza del tavolo allargato è stata segnalata da Sironi anche durante l’incontro in Regione insieme a un altro punto cruciale: “perché non c’è traccia nello studio di fattibilità dell’ipotesi alternativa alla tratta D breve”? Sironi ricorda la cosiddetta “modifica della tratta C” che consentirebbe di agganciare Tangenziale Est e A4 (uno degli obiettivi dell’opera) con un raccordo per lo più interrato tra i territori di Agrate e Vimercate, “una soluzione che dal punto di vista ambientale sarebbe certamente migliore – sostiene l’agratese – ma che sembra scomparsa senza che nessuno spieghi il perché e si assuma una responsabilità”.

IL FOCUS SU AGRATE

Per quanto riguarda il focus su Agrate, sono stati mostrati i dati dello Studio sul Traffico, secondo il quale la tratta D breve porterebbe alla città qualche beneficio in termini di viabilità, alleggerendo la Tangenziale Est, ma anche alcune provinciali e perfino la via Matteotti. Su questo punto e su tutto lo studio del traffico tuttavia la Provincia avrebbe evidenziato diverse criticità, come la scelta di un’area di studio troppo circoscritta.
Tutte questioni su cui sindaci e provincia attendono le risposte del Pirellone prima di capire quanto dura può essere la battaglia.

leggi anche
Pedemontana incontro Villa Borromeo
Ambiente
Arcore, Pedemontana infiamma Villa Borromeo: terzo incontro tra polemiche e proposte
Trivella carotaggio Pedemontana tra Bellusco e Vimercate tratta D breve
Grandi opere
Pedemontana, tratta D: trivelle al lavoro tra Vimercate e Bellusco. Sabato incontro ad Arcore
In sella contro Pedemontana per la Brianza
Ambiente
Il caso Pedemontana all’attenzione dell’Europa
Trivella carotaggio Pedemontana tra Bellusco e Vimercate tratta D breve
Polemica
Monti: “Pd ridicolo: in quattro gatti per protestare contro Pedemontana”
commenta