Una settimana al voto

Elezioni, bagno di folla per Enrico Letta a Monza. La frecciatina a Pontida: “Provincia ungherese”

Letta: "Monza oggi è capitale europea, Pontida provincia ungherese". In piazza oltre 500 persone.

Il segretario Enrico Letta a Monza

Monza. Inizia da piazza Roma, all’ombra dell’Arengario di Monza, l’ultima settimana di campagna elettorale per il Partito Democratico. Un bagno di folla ha atteso oggi, domenica 18 settembre, il Segretario dei dem Enrico Letta e decine di amministratori giunti in Brianza da tutta Italia per quella che sognano sia la volata a 7 giorni dal voto. Il tutto in contemporanea a Pontida, lo storico appuntamento che riunisce i militanti della Lega, tornato in presenza dopo 4 anni.

Letta: “Nessuna partita è persa in partenza”

Due Italia in gioco, secondo Letta e suoi. La prima, democratica, europeista, solidale; l’altra quella proposta dal centro-destra, troppo simile all’Ungheria di Orban. “Dove il modello di donna è quella poco istruita e sta a casa – tuona il Segretario dal palco – quella che mette in dubbio i valori democratici. Oggi vedendo questa bellissima piazza penso che Monza sia al centro dell’Europa. La vicina Pontida, e non me ne voglia nessuno, mi sembra più una provincia ungherese. A voi che siete qui dico che nessuna partita è già persa in partenza e possiamo ancora farcela”.

La piazza monzese è un simbolo per il PD. Lo ricorda sul palco la presenza di Paolo Pilotto, attuale sindaco di Monza che pochi mesi fa ha ribaltato i pronostici strappando la città al centro-destra. “Eravamo una coalizione ampia e lo siamo ancora adesso – ricorda Pilotto da palco – da soli non si vince e non si va da nessuna parte”.

Il segretario Enrico Letta a Monza

Nardella, Sala, Gori e gli altri: i sindaci del PD arrivano a Monza

Canti, bandiere, centinaia di brianzoli e non attendono il segretario Letta che arriva a Monza con il pulmino elettrico che lo sta accompagnando in questa campagna elettorale. Ospiti speciali della città di Teodolinda i sindaci e gli amministratori del PD, a partire da Beppe Sala sindaco di Milano. Ma anche Lepore da Bologna, Gori da Bergamo, Nardella da Firenze, Ricci da Pesaro e molti altri. “Umanità è la parola che lascio a questa piazza – esclama dal palco Beppe Sala –  che sia la parola che ci guidi nel riconoscerci dalla parte giusta”.

Applausi per Nico Acampora, fondatore di PizzAut che dal palco dei dem ricorda: “sono anche le amministrazioni, i comuni, i sindaci che possono orientare e cambiare le cose. Io l’ho visto con i miei ragazzi, con la mia attività e ho visto le amministrazioni credere in questi progetti. Che sia da modello”.

leggi anche
Il segretario Enrico Letta a Monza
Elezioni
Enrico Letta a Monza, per Frassinetti e Mancino (FdI): “i monzesi che hanno votato PD si sono già pentiti”
commenta