Cronaca

Tenta di vendere su internet una bici rubata: all’appuntamento si presentano i Carabinieri

Cerca di rivendere la bici rubata alla sua giovanissima vittima che l’aveva riconosciuta in un annuncio su internet ma, al momento della consegna, trova i Carabinieri di Meda.

carabinieri foto bici meda
- Foto d'Archivio

Cerca di rivendere la bici rubata alla sua giovanissima vittima che l’aveva riconosciuta in un annuncio su internet ma, al momento della consegna, trova i Carabinieri di Meda. A finire nei guai un operaio 36enne, padre di famiglia, incensurato. Il furto era avvenuto a Seregno lo scorso 20 luglio. Un 16enne si era presentato in caserma, insieme al padre, raccontando che la bicicletta gli era stata sottratta all’esterno della piscina di Seregno dove l’aveva lasciata legata a un palo per trascorrere il pomeriggio insieme a degli amici. Giunto il momento di rincasare, però, l’amara sorpresa: aveva trovato spaccato in terra solo il lucchetto. Al momento non vi era alcuna possibilità di poter risalire all’autore del furto e l’adolescente si era quasi rassegnato a non rivedere più la sua amata due ruote.

L’ANNUNCIO SU INTERNET: CARABINIERI ALL’APPUNTAMENTO

Fino a quando, qualche giorno fa, scorrendo i differenti annunci di vendita su un noto social network, il giovane si è imbattuto nell’offerta di una bicicletta a lui familiare. 

L’attività di indagine, condotta anche con la collaborazione dei militari di Lentate sul Seveso che avevano raccolto la denuncia, ha visto i Carabinieri impegnati nel rintraccio del velocipede per il quale ne è stata simulata la compravendita, concordando un appuntamento proprio in prossimità della residenza dell’indagato.

All’incontro si sono presentati così presentati gli uomini dell’Arma che hanno fermato il 36enne, recuperato la Btwin del valore di circa 600 euro, restituendola al giovane proprietario.

È l’ennesimo ritrovamento di bicicletta che i carabinieri di Meda hanno effettuato simulando un acquisto dopo aver rintracciato il bene su una piattaforma di vendita online e avviene a pochi giorni di distanza da due analoghe attività effettuate dai carabinieri di Giussano.

commenta