Trasporto sociale

Villasanta, polemica con La Speranza. Il Comune precisa: “Il TAR non ha ancora deciso”

Il Comune di Villasanta: "Il TAR ha emesso un decreto provvisorio che congela le procedure di affidamento sino all' 8 settembre 2022, quando il Tribunale deciderà provvisoriamente"

la-speranza-villasanta

Corre ai ripari il Comune di Villasanta davanti alle voci che circolano sulla presunta vittoria davanti al Tar della Cooperativa la Speranza. Dopo un silenzio sul tema lungo settimane, l’amministrazione Comunale, il 29 luglio,  ha inviato una nota per chiarire che tutto è ancora da decidere davanti al TAR in merito al bando di accreditamento per i servizi di trasporto sociale.

Un bando che ha di fatto escluso la cooperativa la Speranza che, per questo, si è rivolta al tribunale amministrativo.

La nota del Comune

“L’Amministrazione comunale smentisce la notizia apparsa su diversi media locali secondo cui il TAR avrebbe dato ragione alla Coop. La Speranza– precisa il Comune ella nota-Il TAR ha emesso un decreto provvisorio che congela le procedure di affidamento sino all’ 8 settembre 2022, quando il Tribunale deciderà provvisoriamente. La decisione di merito avrà luogo in una data ancora successiva.

Si precisa inoltre che la procedura del decreto monocratico presidenziale in corso, proprio per la sua urgenza e specificità, non prevede che il Comune possa esporre, in questa fase, le proprie ragioni e le motivazioni a sostegno dei propri provvedimenti, per cui nessuna decisione, a favore dell’una o dell’altra parte, è stata ad oggi assunta in quella sede. Ogni altra interpretazione è da considerare errata”.

In attesa della decisione del TAR viene garantita dal Comune la continuità del trasporto utenti in carico ai servizi sociali.

La storia

La fine di quella che sembrava essere una solida storia di collaborazione tra il Comune di Villasanta e la cooperativa La Speranza, risale al mese di ottobre 2021. Una fine sancita dalla  mancata proroga alla Cooperativa la Speranzadel servizio di trasporto protetto affidato temporaneamente, invece dal sindaco Luca Ornago, a una realtà monzese, Monza 2000. Una decisione che fece, all’epoca, scalpore anche per via  dell’aumento dell’investimento annualmente stanziato.

La questione è peggiorata con la pubblicazione del bando di affidamento del servizio delle scorse settimane. Bando redatto dal Comune con una clausolaall’articolo 4 che, di fatto, escludeva la Speranza in quanto cooperativa di tipo B. Da qui il via alle pratiche burocratiche della cooperativa per impugnare il bando e l’appello al TAR per la soluzione della questione.

 

leggi anche
albero tagliato scuola villa villasanta
Botta e risposta
Villasanta, alberi abbattuti. Lega: “Indignati dall’atteggiamento dell’amministrazione che si reputa ecologista”
commenta