Liste civiche

Monza e Brianza: la partecipazione soffre, scendono in campo le liste civiche

Il dato sull’affluenza alle urne delle scorse elezioni amministrative preoccupa anche le liste civiche della Brianza che, sebbene abbiano raccolto largo consenso, hanno deciso di interrogarsi insieme sul tema della partecipazione e di provare a mettere in campo azioni comuni

Rete Civica Brianza
Le liste civiche brianzole

Il dato sull’affluenza alle urne delle scorse elezioni amministrative preoccupa anche le liste civiche della Brianza che, sebbene abbiano raccolto largo consenso, hanno deciso di interrogarsi insieme sul tema della partecipazione e di provare a mettere in campo azioni comuni per rafforzare le istituzioni democratiche e stimolare l’interesse dei cittadini alla politica. L’occasione per un confronto è stata offerta dalla festa organizzata dall’Associazione politica Seveso Futura lo scorso sabato sera: “Politiche poetiche”, questo il titolo dell’iniziativa svolta in piazza con letture, musica, laboratori creativi per i bambini e giochi per tutta la famiglia. All’evento, hanno partecipato alcuni rappresentanti delle liste civiche progressiste e ambientaliste recentemente impegnate nella consultazione per l’elezione dei sindaci e il rinnovo dei consigli comunali: LabMonza, Vivi Lissone, Passione Civica e Cittadini per Lentate hanno aderito all’invito di Seveso Futura a ragionare insieme su come provare a stimolare nuovamente l’interesse alla politica locale.

L’incontro è stato introdotto da Giorgio Garofalo, consigliere provinciale e rappresentante di Seveso Futura: “Negli ultimi anni stiamo registrando una preoccupante ‘fuga dalla cittadinanza’, una sorta di autoisolamento dovuto alle difficoltà economiche e sociali che porta le persone a non avere fiducia nelle istituzioni, di cui l’astensionismo è solo la punta dell’iceberg. Pandemia, conflitto in Ucraina, aumento dei prezzi, cambiamenti climatici – ha aggiunto Garofalo –; sono sempre maggiori gli elementi di instabilità che minacciano il benessere delle persone. I dati ci dicono che sempre più famiglie sono a rischio povertà: abbiamo bisogno di rafforzare i legami sociali, di rendere la nostra comunità più forte”.

Giulia Gherardi e Francesco Racioppi sono intervenuti per LabMonza sottolineando quanto sia stato importante per il successo della loro lista andare in tutti i quartieri della città per confrontarsi direttamente con le aspirazioni dei cittadini: “Adesso abbiamo una grossa responsabilità – hanno riferito – dobbiamo rendere concreto ciò che abbiamo immaginato e lavorare per la realizzazione delle proposte programmatiche. Lo sforzo è duplice – aggiungono – è necessario impegnarsi nelle istituzioni senza dimenticare la presenza nelle piazze e per le strade”.

Anche il risultato di Vivi Lissone è stato eccellente, anche se non sufficiente per vincere le elezioni: “Ma Vivi Lissone non ha perso – sottolinea Luca De Vincentis – abbiamo raccolto mille voti e fatto un’ottima campagna elettorale coinvolgendo le persone sui temi importanti per il territorio. Ora, questa rete di liste civiche non deve morire – conclude –; i risultati elettorali ci dicono che la sinistra nei territori c’è e torna a essere viva, quindi è un’esperienza che va coltivata”.

A portare il punto di vista di Passione Civica per Cesano ci ha pensato Gabriele Vergani: “Il segreto del nostro successo sta nel lungo e intenso lavoro svolto nei cinque anni precedenti al voto – spiega –; perché fare politica non è solo candidarsi alle elezioni, ma è soprattutto stare a contatto con la gente quotidianamente. Oggi – conclude – questo impegno è stato premiato: abbiamo vinto le elezioni e siamo ottimamente rappresentati in consiglio comunale”.

Infine, è intervenuta Giada Nardozza in rappresentanza di Cittadini per Lentate, una lista civica che ha raccolto ampio consenso a Lentate sul Seveso: “Abbiamo perso le elezioni ma siamo stati eletti in consiglio comunale – spiega – ripartiamo da lì per un nuovo percorso di coinvolgimento: non saliamo in cattedra ma cerchiamo di ascoltare i bisogni delle persone a partire dai più giovani”.

Le liste civiche afferenti alla Rete Civica Brianza hanno confermato la volontà di collaborare su alcuni temi comuni a livello sovralocale: “Metteremo in campo nuove iniziative”, assicurano.

 

commenta