Lavoro estivo

Vimercate non riesce ad assumere vigili: controlli della movida coperti con gli straordinari

Polizia locale sottorganico con 14 agenti su 24 necessari e concorsi a vuoto. Approvato un piano per garantire i presidi serali d'estate

vimercate-vigili-polizia-locale-mb
Il comando della Polizia locale di Vimercate in piazza Marconi

Vimercate prova ad ampliare l’attività della Polizia locale, un’implementazione dei servizi di sicurezza urbana iniziata questo mese e programmata fino a ottobre per fare i controlli estivi della movida e coprire gli orari serali finora scoperti. Ma allo stesso tempo non si amplia l’organico dei vigili vimercatesi quando, anzi, gli agenti municipali sono in continuo calo in città nonostante i tentativi di assumerne di nuovi attraverso i concorsi organizzati negli ultimi anni dal Comune.

L’ultimo concluso solo poche settimane fa con la selezione di 4 candidati idonei dei quali, però, 3 hanno rinunciato a prendere servizio a Vimercate. Mentre l’altro rimasto sarà assunto a breve ma andrà a coprire il posto lasciato da un agente dimissionario, che ha ottenuto il trasferimento in un altro Comune. Anche con i tentativi di assumere nuovo personale, attualmente Palazzo Trotti può contare su 14 agenti della Polizia locale in servizio quando l’organico previsto per il Corpo municipale di una città come Vimercate con più di 26mila abitanti è di almeno 24 vigili.

Una carenza cronica di personale che però non ha fatto desistere l’Amministrazione comunale a chiedere al comando di piazza Marconi di predisporre il progetto “Implementazione dei servizi di Polizia locale 2022” per poter aumentare i controlli serali sul territorio durante il periodo estivo. Un programma di potenziamento delle attività dei vigili che non è una novità assoluta, già negli ultimi mesi del 2014 era stato provato un ampliamento dei servizi oltre i turni ordinari diurni e fino a mezzanotte, e stavolta come allora non viene realizzato con il rafforzamento del personale ma con il lavoro straordinario degli agenti.

Il progetto di implementazione dei servizi di Polizia locale approvato la scorsa settimana dall’Amministrazione comunale prevede di mettere a disposizione 260 ore di lavoro straordinario per i vigili stanziando circa 11mila euro per paghe e contributi in più fino a ottobre, un’attività extra in cui gli agenti vimercatesi potranno essere impiegati anche fuori dagli orari dei due turni ordinari (il primo dalle 7.30 alle 13.30 e il secondo dalle 13.30 alle 19.30) con servizi fino all’1 di notte. E non si tratta della sperimentazione del “terzo turno” di lavoro dei vigili, un servizio che da decenni viene proposto nelle campagne elettorali da tutte le forze politiche cittadine, ma della necessità di aumentare i controlli durante gli eventi e le serate estive più affollate in cui si ripetono episodi di disturbo, vandalismo e ubriachezza.

“Per poter far fronte all’esigenza di aumentare i controlli sulla movida estiva, non c’erano certo i tempi tecnici per poter organizzare un numero di assunzioni sufficienti – spiega il sindaco Francesco Cereda – Con il comandante della Polizia locale quindi abbiamo concordato un piano per garantire 260 ore di straordinari per questi servizi estivi. Ma allo stesso tempo procede il piano di assunzioni nonostante ci siano molte difficoltà, come accaduto con l’ultimo concorso terminato da poco”.

Il piano assunzioni del Comune prevede di raggiungere entro il 2024 un organico di almeno 21 agenti della Polizia locale, di cui 3 vigili e 1 sottoufficiale da far entrare in servizio già nel 2022 e altri 3 agenti nel 2023. “Abbiamo stanziato a bilancio i soldi per le nuove assunzioni e abbiamo previsto i nuovi posti di lavoro nell’organico comunale – prosegue il sindaco – ma comunque non si riesce ad assumere un numero sufficiente di nuovi vigili o tra chi è già in servizio non si riesce ad evitare i trasferimenti verso altri Comuni”.

Con 14 vigili – compreso uno appena reclutato nell’ultimo concorso che però arriva subito dopo un trasferimento avvenuto nelle scorse settimane – l’organico di Vimercate è ai minimi storici ma per arrivare a fare le 4 assunzioni previste quest’anno non c’è tempo per organizzare un nuovo altro concorso. “Puntiamo a poter accedere alle graduatorie dei concorsi svolti in altri Comuni per poter velocizzare i tempi – prosegue Cereda – Abbiamo bisogno di agenti, il Comune ha soldi e posti per arrivare ad avere un organico di 21 vigili, il numero che ci permetterebbe di aumentare davvero il servizio in città e di poter predisporre un terzo turno serale stabile e regolare. Ma con la difficoltà che abbiamo a fare le assunzioni non si raggiungerà questa condizione prima di 3 o 4 anni almeno”.

commenta