Quantcast
Monza-elezioni sale la tensione tra veleni e lancio di fango... - MBNews
Politica

Monza-elezioni sale la tensione tra veleni e lancio di fango…

Commenti, insulti, comunicati con offese. Torna anche a Monza la "vecchia" campagna elettorale fatta non solo di botta e risposta, ma anche di ... fango e veleni.

Generico giugno 2022

Finora è stata una campagna elettorale a Monza serena e pacifica, in nome del “volemose bene“. Fin troppo, perchè la noia ha regnato sovrana, se non fosse anche per il fatto che ben pochi, pochissimi, sono stati i confronti tra i candidati, che hanno parlato per lo più ai propri elettori. Ma a rompere questa pellicola di perbenismo è arrivato l’apparentamento di Dario Allevi con Paolo Piffer. E’ stato come scoperchiare una pentola a pressione, ormai piena di vapore.

“Se una parte della sinistra non ha digerito la scelta di Piffer e dei suoi è perchè sicuramente hanno fatto una scelta poco naturale, perchè abbiamo più contenuti in comune noi con Piffer che lui con la destra – spiega Pilotto – Questo apparentamento gli creerà più svantaggi che vantaggi ad entrambi…

E sui social la musica che è stata suonata da alcuni esponenti di sinistra nei confronti di Piffer è stata di ben altro tono, fino sfiorare gli insulti. Anzi qualche insulto c’è anche stato (e da ciò Pilotto prende le distanze, ndr).
“Qualcuno dei nostri può aver esagerato, ma anche la destra ha usato parole non certo lusinghiere nei nostri confronti, nei miei confronti. “E il riferimento è un messaggio whatsapp di cui non si conosce l’autore, ma di cui è facile capire l’orientamento politico. L’incipit è :”Emergenza elezioni… non permette il disastroso sorpasso di Pilotto… scongiuriamo cinque anni di regime di sinistra… – tra le varie presunte accuse si legge: “la sinistra ha inondato la città di aree verdi cedute per poi abbandonarle a spacciatori, sbadati e bande… la sinistra ha ingessato per anni la sinistra con un PGT di regime sovietico… vai a votare, fallo per i giovani i nostri figli e nipoti…”

Ma la destra difende con un comunicato stampa la decisione di Paolo Piffer che a loro dire è stata “più naturale di quanto potesse essere il contrario, ma il Centrosinistra, come era immaginabile, ha rubricato questa scelta, democratica e legittima, come un gravissimo atto di viltà politica.”

Insomma, a pochi giorni dal voto gli animi si sono scaldati. E non solo quelli visto che questa settimana si prevedono temperature a Monza vicine ai 35/40°.

commenta