Cultura

“Il Mac di Lissone? Accessibile e a un quarto d’ora da Milano, potrebbe stare a Londra, ma nessuno lo conosce”

Nelle sale dove è allestita la mostra con le opere dei venti designer protagonisti dell'ottava edizione del Premio Lissone Design, è stato presentato il catalogo della collettiva. Un'occasione per ribadire l'importanza della valorizzazione di una delle eccellenze culturali della città.

MAC. Presentazione catalogo Premio Lissone Design
Presentazione del catalogo dell'ottava edizione del Premio Lissone Design

Lissone. “Credo che un museo come il Mac abbia il compito di partire dal territorio, valorizzandolo, ma poi allargandosi con uno sguardo internazionale. Questo è un museo che potrebbe stare benissimo a Londra, strategicamente collocato davanti alla stazione, facilmente raggiungibile in un quarto d’ora da Milano. Eppure nessuno lo conosce”.

A parlare è Anty Pansera, storico dell’arte, esperta di design, curatrice insieme al direttore del Mac, Francesca Guerisoli, del Premio Lissone Design, ospite mercoledì 29 luglio del museo cittadino per la presentazione del catalogo della mostra, edito da Postmedia Books.

La Biblioteca del mobile: un’eccellenza tutta lissonese

È sempre la Pansera a rivolgersi direttamente al neo sindaco, Laura Borella, presente all’evento, con un altro appello: rilanciare la Biblioteca del mobile di Lissone. “La Biblioteca del mobile dovrebbe essere un punto di forza non solo del Museo di arte contemporanea ma anche della città – ha continuato la storica del design -. Qui si trovano testi che sono disponibili solo qui, che è difficile reperire anche a Milano o in altre biblioteche specialistiche. Chiedo a lei che è il sindaco – ha aggiunto Anty Pansera – di avere a cuore questo tesoro che solo Lissone ha, che la Biblioteca del mobile torni ad essere un’eccellenza di questa città”.

Il sindaco: una priorità la valorizzazione del Museo

Proprio la prima cittadina, in una delle sue prime uscite pubbliche dopo la proclamazione a sindaco, ha espresso la ferma volontà dell’amministrazione da lei guidata di valorizzare e promuovere il Museo di arte contemporanea e le sue attività. “Il Mac è uno spazio multiculturale – ha aggiunto il sindaco Borella – una realtà aperta e internazionale. Il design, a cui è dedicato questo premio, è una delle cifre che maggiormente permeano la nostra quotidianità, un aspetto che ha una valenza strategica per le nostre imprese”.

 

MAC. Presentazione catalogo Premio Lissone Design. Laura Borella sindaco
Laura Borella, sindaco di Lissone

 

Alla presentazione del catalogo erano presenti anche i vincitori delle due sezioni dell’ottava edizione del Premio Lissone Design: Ilaria Marelli e Carlo Trevisani.

Il Premio Lissone Design: ottava edizione

Nato nel 2006, il Premio Lissone Design affianca lo storico Premio Lissone Pittura, per promuovere “le potenzialità dei creativi in ambito progettuale – si legge nel testo introduttivo del catalogo -. Lissone conserva un ruolo culturale, economico e commerciale di primo piano, con un’attenzione particolare rivolta alle produzioni dell’artigianato mobiliero: un’eredità manifatturiera che è anche identità territoriale, da sempre incentrata sul saper fare”. Questa edizione del Premio, dunque, ha voluto mantenere vivo il legame con la storia culturale e produttiva della città, creando però anche una sezione a parte dedicata ai progetti di manufatti che ancora non esistono (la sezione si chiama “Il mobile che non c’è”), ma che potrebbero, forse domani diventare realtà e che per ora sono solo bozzetti, idee, visioni.

 

MAC. Presentazione catalogo Premio Lissone Design
Una delle sale del Mac con le opere dei designer in concorso

 

La mostra con tutti i progetti presentati dagli artisti in occasione dell’ottava edizione del Premio rimarrà aperta al pubblico a Mac fino al 24 luglio.

commenta