Politica

Elezioni a Cesano Maderno, domenica si vota. Ultimi “fuochi” nella corsa a tre per Palazzo Arese

Sfide incrociate tra i candidati Bocca, Bosio e Santoro. Seggi aperti dalle 7 alle 23 in concomitanza con i referendum sulla giustizia. Lunedì dalle 14 al via lo scrutinio.

Generico giugno 2022
Da sinistra: Gianpiero Bocca, Luca Bosio e Michele Santoro

Cesano Maderno. “Il triangolo non l’avevo considerato”, cantava Renato Zero in un celebre brano degli anni Ottanta. Ed un inaspettato triangolo ha caratterizzato la corsa elettorale per la successione al sindaco uscente, Maurilio Longhin. Il centro-destra si presenta diviso con Lega, Fratelli d’Italia e Udc a supporto di Luca Bosio – già candidato della coalizione cinque anni fa mentre Forza Italia è in campo per il capogruppo uscente, Michele Santoro. Il Pd appoggia la corsa di Gianpiero Bocca mentre il Movimento 5 Stelle ha deciso di non presentare candidati. Ultime fiammate di campagna elettorale in vista del voto di domenica 12 giugno e la sfida è quanto mai aperta. Dall’ambiente alla sicurezza, dalle infrastrutture alla rigenerazione nei quartieri: con 39mila abitanti Cesano Maderno è tra i comuni più popolosi della Brianza occidentale e in queste ore si moltiplicano i temi nell’agenda di chi governerà la città per i prossimi cinque anni.

Palazzo-Arese-Borromeo-Cesano-Mademo-Mb

DUELLI INCROCIATI

Con un video pubblicato sulla sua pagina Facebook, Bosio ha criticato con toni aspri l’amministrazione uscente. “Vediamo una Cesano Maderno sporca, spenta, con serrande abbassate e gente chiusa in casa. Palazzo Borromeo non valorizzato. Scuole fatiscenti, viabilità folle e un cronico problema di parcheggi. Una macchina amministrativa lenta ed inefficiente che è sotto organico da troppo tempo. Meno servizi e sportelli per i cittadini come la Camera di Commercio, Inps e l’unità operativa di neuro psichiatria”, ha detto il candidato di destra.

Da Bocca è arrivato un secco “no comment” sul video di Bosio mentre ha commentato l’endorsement di Beppe Sala, sindaco di Milano: “Sono orgoglioso di questo sostegno. Cesano Maderno non può pensare di attivare le proprie politiche e garantire migliori servizi ai cittadini chiudendosi in se stessa. Deve diventare protagonista nel territorio affinché temi quali mobilità e ambiente siano governati e non lasciati a decisioni calate dall’alto”. “Io sto con la gente”, è lo slogan scelto da Santoro che domenica ha ricevuto il sostegno del vice-presidente della Camera, Andrea Mandelli in visita a Cesano Maderno tra gazebo con i volontari e un camper elettorale di Forza Italia.

QUANDO SI VOTA

Seggi aperti dalle 7 alle 23 insieme al voto per i cinque referendum sulla giustizia promossi da Lega e Radicali. Terminato lo scrutinio per i quesiti referendari si procederà, lunedì dalle 14, allo spoglio per le elezioni amministrative. Per l’elettore sarà possibile effettuare un voto disgiunto, ossia votare per un candidato sindaco e di una lista non collegata. Eventuale ballottaggio domenica 26 giugno.

commenta