Politica

Cesano Maderno, Gianpiero Bocca proclamato sindaco

Il primo cittadino ha ricevuto la fascia tricolore dal predecessore Longhin e si è insediato ufficialmente a Palazzo Arese Jacini a due giorni dalla vittoria al ballottaggio. Nuova giunta forse già venerdì.

Gianpiero Bocca sindaco Cesano Maderno mb
Il sindaco Gianpiero Bocca ha indossato la fascia tricolore

Cesano Maderno. Alle 14.45 nell’aula della Giunta scatta l’applauso quando l’incaricata dall’ufficio elettorale ha da poco terminato di leggere l’atto di investitura del sindaco eletto. A meno di quarantotto ore dal ballottaggio di domenica che lo ha incoronato col 53,9% dei voti, Gianpiero Bocca si è insediato ufficialmente a Palazzo Arese Jacini.

Gianpiero Bocca sindaco Cesano Maderno mb

Emozionato e pronto ad assumere l’incarico, il primo cittadino ha ricevuto la fascia tricolore dal predecessore, Maurilio Longhin. Le prime parole di Bocca sindaco sono state di ringraziamento per lui che ha guidato la città nei 5 anni precedenti “nel periodo forse più drammatico della storia d’Italia dal dopoguerra”, ha detto ricordando l’impegno dei sindaci nell’affrontare l’emergenza Covid. Poi l’impegno ad essere il “sindaco di tutti i cesanesi”.

“Mi sento addosso tutta la responsabilità di questo grande lavoro. Sarò sindaco di tutti, di quelli che mi hanno votato, di quelli che non mi hanno votato e anche di quelli che non sono andati a votare. Ho già dichiarato quanto sia importante far riappropriare ai cittadini il senso della partecipazione pubblica, in particolare per la città che merita un’attenzione importante da parte mia, che sono stato investito dal voto popolare, e dalle persone con le quali collaborerò”.

CHI E’ IL NUOVO SINDACO

Classe 1970, Gianpiero Bocca ha alle spalle una lunga esperienza come funzionario pubblico: dal 1998 al 2005 è stato responsabile dell’ufficio Cultura e dello staff del sindaco, ed è stato anche nell’ultima Giunta guidata dal quattro volte sindaco Gigi Ponti come assessore alle Politiche giovanili, Comunicazione ed Eventi, tra il 2016 e il 2017. Volto noto della comunità, è tra i fondatori del Circolo culturale Don Bosco che gestisce il cineteatro Excelsior. La candidatura come esponente civico nel centro-sinistra, la lunga campagna elettorale culminata con la mancata elezione di un soffio al primo turno, fermatosi al 49,9%.  Ultimi fuochi, poi l’affermazione al ballottaggio sullosfidante Luca Bosio del centro-destra.

GIUNTA GIA’ IN SETTIMANA?

Giovedì, il sindaco incontrerà i dipendenti comunali e in queste ore è al lavoro con i gruppi di maggioranza per la messa a punto della nuova Giunta. L’obiettivo è di presentarla già entro questo fine settimana ma sui nomi ancora bocche cucite. Tra i consiglieri eletti ed ex assessori della giunta uscente (come Silvia Boldrini, ex titolare alla Cultura) presenti alla cerimonia, c’è chi spera in un posto nella nuova squadra. Che come primo impegno avrà l’approvazione ,entro luglio, del Documento di programmazione.

commenta