Quantcast
Briosco. Mozziconi, resti di fast-food e immondizia: il parchetto dove ci sono i rifiuti (e non i bambini) - MBNews
Ambiente

Briosco. Mozziconi, resti di fast-food e immondizia: il parchetto dove ci sono i rifiuti (e non i bambini)

Tra via Meucci e via Galileo Galilei c'è un piccolo parchetto giochi che ieri, giovedì 22 giugno, era senza bambini ma pieno di immondizia

Briosco spazzatura al parchetto

Briosco. Non si contano i mozziconi di sigarette (e simili) sparpagliati a terra. Così come i rifiuti accatastati intorno e dentro il cestino. A questo si aggiungono bottigliette di platica, residui alimentari, carte varie, erba alta e scritte sui giochi. Ieri pomeriggio, mercoledì 22 giugno, noi di MBNews abbiamo trovato in queste pessime condizioni un parchetto pubblico a Briosco, tra via Meucci e via Galileo Galilei. Un parco giochi dedicato a bambini e bambine di piccoli dimensioni, e forse anche questo ha contribuito ad acuire il colpo d’occhio: tanta, troppa, la spazzatura abbandonata intorno alle panchine e tra i giochi, rendendo il parchetto  inaccessibile alle famiglie e soprattutto ai più piccoli.

Briosco spazzatura al parchetto

Impossibile per gli adulti sedersi sulle due panche presenti: una, infatti, si trova adiacente alla spazzatura accumulata e l’altra e’ praticamente appoggiata su un tappeto di mozziconi. A terra abbiamo trovato anche residui di carne e sui giochi resti di fast-food.

Un ritardo nel ritiro della spazzatura? Una mancanza del Comune? Semplice maleducazione? Quel che è certo è che le famiglie sono costrette a dirigersi altrove se vogliono far svagare un po’ i propri figli, in un parchetto più accessibile e pulito.

Abbiamo documentato anche con un breve video la situazione in cui abbiamo trovato il parchetto di Briosco ieri, 22 giugno.

 

IL VIDEO 

 

 

 

Più informazioni
leggi anche
parco giochi inclusivo desio mb
Incuria
Desio, vandalismi al parco giochi inclusivo
Sporcizia al Parco Inclusivo di Villa Raverio, Besana mb
Parchi
Besana, immondizia e giochi rotti al parchetto: “il giardino (dis)incantato” di Villa Raverio
commenta