Evento

In sella contro Pedemontana per le vie della Brianza: “Vogliamo sensibilizzare tutti” fotogallery

Sono partite alle 14:30 una quarantina di persone divise in vari gruppi, uno con partenza prevista da Meda, gli altri da città simbolo come Usmate Velate, Vimercate e Lesmo.

In sella contro Pedemontana per la Brianza

Quello di Pedemontana, discusso e annoso progetto delineato già nel 1986 per realizzare un tracciato autostradale che collegasse Varese a Bergamo, passando dalla Brianza, è un tema tornato caldo col via ai lavori nei tratti brianzoli previsto per quest’anno. Lo sanno bene le decine di volontari di storiche realtà come No Pedemontana, Associazione colli briantei, FIAB e Circolo Gaia Legambiente di Usmate Velate, da sempre impegnati contro l’opera, che sabato 14 maggio hanno organizzato una pedalata di protesta per le strade della Brianza.

L’obbiettivo coinvolgere quante più persone possibile divertendosi, certo, ma soprattutto sensibilizzare attraverso la visita diretta ai luoghi che ospiteranno, nei progetti del Pirellone, la realizzazione dell’autostrada. Sono partite alle 14:30 una quarantina di persone divise in vari gruppi, uno con partenza da Meda, gli altri da città simbolo come Usmate Velate, Vimercate e Lesmo. E dopo aver attraversato Arcore ma anche Desio si sono ritrovati tutti a Biassono per un breve sit-in di protesta con striscioni e cartelloni.

“E’ stato un evento molto interessante e soprattutto utile – commenta Isabella Sangalli, presidente del circolo Gaia Legambiente di Usmate Velate. “Ci aspettavamo una maggiore partecipazione, però. Evidentemente tanti, troppi, o non si rendono conto della devastazione che passerà proprio davanti alle loro case o sono scoraggiati, hanno perso le speranze. Ma per noi è importante continuare a far sentire le nostre voci contro un’opera che non risolverà i problemi del territorio ed è emblema di un modello di sviluppo antiquato”.

Il gruppo, secondo quanto riportato dagli organizzatori, è stato piuttosto eterogeneo. Dai ragazzi di Friday For Future di Monza, che organizzano e partecipano attivamente agli incontri sul tema Pedemontana, ai volontari più navigati fino ai semplici cittadini, tra cui due bambini insieme ai loro genitori. Una giornata tenutasi a pochi giorni di distanza dal partecipato incontro presso la Villa Borromeo di Arcore: “Pedemontana, prendere, cambiare, lasciare”, voluto dalle associazioni e in particolare dall’ambientalista arcorese Roberto Sala, che ha visto la partecipazione di numerosi tra sindaci ed esperti.

In futuro, almeno per ora, come ha confermato Isabella Sangalli non sono previste altre pedalate ma “gli incontri sul territorio e le manifestazioni proseguiranno. I comitati e le associazioni non hanno perso le loro energie”.

commenta