Legalita'

Seregno, immobili confiscati alla mafia riconvertiti a spazi per Protezione Civile e servizi sociali

Il Comune è entrato in possesso di un magazzino e di un ex studio medico gestiti dalla criminalità organizzata

Generico aprile 2022
Il sindaco Alberto Rossi insieme al presidente della commissione Legalità Davide Ripamonti

Da spazi per attività illecite a sportelli di legalità. Nei giorni scorsi il Comune di Seregno è entrato in possesso di due immobili sequestrati alla criminalità organizzata: lo ha dichiarato il sindaco Alberto Rossi. I due stabili per cui il Comune ha ottenuto le chiavi sono un magazzino in via Marsala con due terreni annessi e un ex studio medico in via Galileo. Diventeranno rispettivamente un deposito per la strumentazione in dotazione alla Protezione Civile di Seregno ed uno sportello per i servizi sul territorio nel quartiere San Rocco.

“Recuperare e destinare a una funzione di utilità pubblica immobili sequestrati alla mafia è un atto che ha un impatto concreto per il bene della comunità, e un importante valore simbolico: significa dare nuova vita a quei luoghi, trasformandoli in spazi attraverso cui si realizza il bene comune”, ha detto Rossi durante la visita agli edifici confiscati compiuta insieme al Presidente della Commissione Legalità Davide Ripamonti.

commenta