28 aprile

PUMS: un incontro sulla mobilità sostenibile a Monza

Giovedì ci sarà una prima presentazione tecnica, poi sono previsti altri appuntamenti divulgativi destinati alle Associazioni e ai cittadini,

binario-7-urban-center-mb-41
Il Binario 7 a Monza

MonzaIl PUMS si presenta alla città. Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile fa un altro passo avanti e continua il percorso di partecipazione. Si terrà giovedì 28 aprile alle ore 10 presso il Teatro Binario 7 di via Turati 8 l’appuntamento per illustrare il quadro conoscitivo dei contenuti, con tutte le informazioni sullo stato attuale del traffico, della mobilità e della sicurezza stradale a Monza.  

“Il PUMS è un documento strategico per il futuro della città, che indica le linee programmatiche da perseguire: il miglioramento del servizio del Trasporto Pubblico Locale e della sua accessibilità, la riduzione del traffico e del conseguente utilizzo dell’auto nel territorio urbano (anche grazie all’incentivo per i mezzi alternativi e della mobilità in modalità sharing), la promozione dell’utilizzo della bicicletta e degli spostamenti pedonali, la messa in sicurezza e la riqualificazione dello spazio pubblico per ciclisti e pedoni, l’attenzione alla diffusione delle nuove tecnologie a favore dell’ambiente e della sicurezza stradale.  Obiettivi sui quali in questi anni abbiamo iniziato a lavorare in maniera concreta, continuando ad ascoltare il territorio per comprenderne in modo capillare le esigenze di mobilità”, spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore alla Mobilità Federico Arena.

 Saranno presenti all’evento (organizzato da Monza Mobilità e dai tecnici incaricati della redazione del Piano) il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore Federico Arena, Alessandro Martinelli in rappresentanza della Direzione Regionale Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile, il Direttore dell’Agenzia di Bacino del TPL Luca TosiLucia Zarini per il Settore Gestione Territorio del Comune di Varese (esempio di PUMS approvato con successo in Lombardia). Previsto l’intervento del Viceministro alle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili Onorevole Alessandro Morelli.  

 Parteciperanno inoltre Carlo Maria Nizzola, Dirigente del Settore Mobilità, Viabilità e Reti del Comune di Monza e il Vicecomandante del Corpo di Polizia Locale Giorgio Mora. La giornata è patrocinata dall’Ordine degli Architetti e dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia MB per i quali sono previsti crediti formativi. 

Per partecipare occorre compilare il form riportato al link Il PUMS si presenta alla città (google.com). Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito di Monza Mobilità: https://www.monzamobilita.it/pums.html. 

I momenti di partecipazione. Dopo questa prima presentazione tecnica, sono previsti altri appuntamenti divulgativi destinati alle Associazioni e ai cittadini, in  orari e spazi più comodi: “L’obiettivo è consentire la piu’ ampia partecipazione possibile per costruire una città sempre più smart, con servizi accessibili a tutti e con un occhio sempre attento all’impatto ambientale. Ogni passo verrà condiviso e presentato anche alla Consulte di quartiere: il documento sarà quindi l’occasione per potenziare quel ponte tra cittadini e istituzioni, in un percorso nel quale ci muoveremo tutti insieme”, aggiungono il Sindaco e l’Assessore.  

Che cos’è il PUMS

Il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile è un documento strategico che si propone di soddisfare i bisogni di mobilità delle persone e delle imprese nelle aree urbane e periurbane, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita nelle città, con una visione di medio-lungo termine. Il documento, coerente alle linee guida europee (linee guida Eltis) e alla normativa nazionale (DM 4 agosto 2017), sviluppa una visione di sistema della mobilità urbana, proponendo il raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica attraverso la definizione di azioni orientate a migliorare l’efficacia e l’efficienza del sistema della mobilità e la sua integrazione con l’assetto e gli sviluppi urbanistici e territoriali. Integrazione, coinvolgimento dei cittadini, valutazione e monitoraggio: il PUMS pone al centro le persone e la soddisfazione dei loro bisogni di mobilità, seguendo un approccio trasparente e partecipativo, che prevede il coinvolgimento attivo dei cittadini e di tutti gli stakeholders fin dall’inizio del suo processo di definizione. 

commenta