Lutto

Desio dice addio all’imprenditore Luigi Buzzi: aveva fondato l’Acciai Brianza

Negli anni della sua giovinezza frequenta le scuole dell'obbligo nella città natale poi si iscrive presso l'Istituto "Mosè Bianchi" di Monza dove nel 1954 gli viene conferito il diploma di Ragioniere. Nello stesso anno inizia il praticantato presso uno studio professionistico di Monza.

Luigi Buzzi gruppo Lucefin
L'imprenditore Luigi Buzzi

Desio. Si è spento nella notte tra venerdì 14 e sabato 15 aprile, Luigi Buzzi, all’età di 86 anni. Classe 1936, fu fondatore del Gruppo LUCEFIN di Esine (Brescia). A comunicare la scomparsa dell’imprenditore industriale, proprio l’ufficio stampa: “sin dalle prime ore di questo sabato mattina, sono stati numerosi i gesti di profondo cordoglio e la vicinanza di amici, conoscenti, dipendenti del gruppo e colleghi del tessuto imprenditoriale lombardo, che non hanno mancato di ricordare le sue indiscutibili qualità umane e di empatia – fanno sapere con una breve ma sentita nota – Oggi se ne va la parte più importante di noi e della nostra storia”

Chi era Luigi Buzzi?

Luigi Buzzi nasce a Desio il 21 settembre del 1936. Si sposa nel ’64 con Amalia Ronchi che gli ha dato due figli, Giorgio e Jose.

Negli anni della sua giovinezza frequenta le scuole dell’obbligo nella città natale poi si iscrive presso l’Istituto “Mosè Bianchi” di Monza dove nel 1954 gli viene conferito il diploma di Ragioniere. Nello stesso anno inizia il praticantato presso uno studio professionistico di Monza.

Subito dopo il percorso di studi inizia la sua scalata al successo nel mondo del lavoro: nel 1956 viene assunto come dipendente della società SISMA, in qualità di Responsabile dell’Ufficio fatturazione e Ispettore dei Depositi e della Gestione Finanziaria. Poi, a metà degli anni ’60, si trasferisce presso la Società Forsidera di Milano con l’incarico di Assistente al Presidente e Delega alla Contabilità Generale, ai Bilanci e alla Gestione Finanziaria.

Nel 1973, in accordo col Presidente Forsidera, acquisisce la Trafilix di Esine, specializzata nella lavorazione a freddo dell’acciaio. Diventa subito dopo General Manager e poi Presidente del Consiglio di Amministrazione e, supportato dall’amico e socio finanziatore Cesare Riva, diventa a tutti gli effetti imprenditore industriale.

Nel 1976 costituisce l’Acciai Brianza a Desio. Nel 1977 acquisisce la Tramet SpA di Mappano (To). Dal 1980 al 1989 acquisisce e fonda la Nuova Bassani a Forli, la Cosmo e la NISVA a Modena. Crea poi la LUCIFIN SpA quale holding di controllo del Gruppo di Aziende di Buzzi-Riva. Negli anni ’90 ristruttura la Camuna Cavi a Edolo che poi cede al gruppo tedesco Lapp di Stoccarda. Acquisisce successivamente la Comet Acciai di Brescia, la Sidermarca (Tv), la Trevalliacciai di Berzo Inferiore.

Nel 2000 il Gruppo Lucefin realizza una partnership con le Ferrovie Federali Austriache e nel 2003 viene inaugurata la piattaforma logistica di S. Stino di Livenza (Ve) e costituisce la Selca di Artogne che acquista una centrale idroelettrica.

commenta