Quantcast
Baby rapinatori in treno, De Corato: "Sulle tratte a rischio servono i militari" - MBNews
Sicurezza

Baby rapinatori in treno, De Corato: “Sulle tratte a rischio servono i militari”

L’aggressione non era passata inosservata agli occhi degli altri viaggiatori che hanno immediatamente allertato il capotreno richiedendo nel contempo l’intervento dei carabinieri.

carabinieri treno

Bovisio. Sabato pomeriggio si sono vissuti momenti di tensione all’interno del treno delle Ferrovie Nord nella tratta Camnago – Milano Cadorna dove due rapinatori, uno appena maggiorenne italiano e l’altro minore egiziano, hanno aggredito con calci e pugni alcuni coetanei che stavano rientrando a casa. Durante la colluttazione sono riusciti a portare via i pochi spiccioli che una delle vittime aveva nelle tasche, per poi dileguarsi nascondendosi in un altro vagone. “Per arginare il rischio che episodi simili a quello avvenuto sabato pomeriggio sul treno nella tratta Camnago-Milano Cadorna possano ripetersi, diventa fondamentale riproporre su altre tratte l’accordo sottoscritto con la prefettura di Lecco per aumentare la sicurezza sui treni di Trenord. Un protocollo ‘sperimentale’, i cui esisti sono stati positivi e molto apprezzati”. Commenta così l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, l’arresto eseguito dai Carabinieri di un minorenne e un neomaggiorenne per rapina su un treno delle Ferrovie Nord.

“Per garantire la sicurezza sui convogli e negli scali ferroviari – dichiara De Corato – è necessaria un’azione sinergica tra le istituzioni. Lo ripeto da tempo ed è sulla base di questa convinzione che ho scritto ai prefetti lombardi riproponendo loro il progetto ‘sperimentale’ attuato nella Provincia di Lecco. Nel 2021, infatti – aggiunge l’assessore – anche con il coinvolgimento della Polizia locale, Regione Lombardia ha perfezionato un accordo con la Prefettura di Lecco e Trenord, per la linea Milano-Lecco che, grazie all’adesione di più Comuni della provincia e al ruolo di capofila del Comune di Lecco, ha consentito una serie di servizi tardo pomeridiani e serali di Polizia locale e Forze dell’ordine nei pressi di molte stazioni e a bordo treno che, di regola, non possono essere svolti per carenza di personale”.

L’aggressione non era passata inosservata agli occhi degli altri viaggiatori che hanno immediatamente allertato il capotreno richiedendo nel contempo l’intervento dei carabinieri, attraverso il numero unico di emergenza 112. La chiamata, gestita dalla centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Desio, ha consentito alle pattuglie dell’Arma di giungere tempestivamente presso la stazione ferroviaria di Bovisio Masciago, dove il capotreno aveva bloccato la marcia delle carrozze. Giunti sul posto, i militari sono riusciti a rintracciare nelle vie adiacenti alla stazione i due rapinatori che stavano cercando di dileguarsi.
I due responsabili, riconosciuti dalle vittime, sono stati accompagnati in carcere con l’accusa di rapina su disposizione del Sostituto di turno rispettivamente della Procura della Repubblica di Monza e di quella per i minorenni di Milano

leggi anche
Generico aprile 2022
Cronaca
Baby rapinatori in treno: terrorizzavano coetanei e viaggiatori
commenta