Tesseramento e segnalazioni

Due appuntamenti in presenza per Seveso Futura

Sabato 26 marzo l’Associazione politica indipendente avvia il tesseramento, giovedì 31 Assemblea pubblica per confrontarsi con i cittadini.

Seveso-Futura---piazza-Confalonieri
- Foto d'Archivio

Seveso. Due appuntamenti per tornare a confrontarsi in presenza: sabato 26 marzo dalle 10 alle 12:30 al mercato settimanale e giovedì 31 alle 21 al Centro Polifunzionale di viale Redipuglia. Nel primo appuntamento Seveso Futura aprirà il tesseramento e raccoglierà le segnalazioni della cittadinanza, nel secondo appuntamento l’Associazione politica indipendente presenterà le controproposte programmatiche “per la città futura”.

Sono le due iniziative messe in campo dall’Associazione politica Seveso Futura per tornare ad incontrare i cittadini in presenza e stimolare la partecipazione pubblica. “Avviamo il tesseramento del 2022, anno cruciale per la nostra associazione perché andremo al rinnovo delle cariche associative – spiega Giorgio Garofalo, presidente e consigliere comunale per Seveso Futura –; siamo felici di tornare in presenza per poterci confrontare con i cittadini sui temi della città a quasi sei mesi dall’inizio della consiliatura”.

“Sabato mattina saremo al mercato rionale – continua Garofalo – anche per raccogliere segnalazioni da portare all’attenzione dell’Amministrazione comunale. Mentre la sera di giovedì 31 la dedicheremo all’analisi delle linee programmatiche della Giunta Borroni e alla presentazione delle proposte di Seveso Futura per una città più vivibile e vivace”.

“Invitiamo tutti all’assemblea pubblica del 31 marzo per ascoltare, conoscerci e partecipare. Ci incontriamo con il desiderio di pensare insieme al nostro vivere a Seveso, nel solco di un impegno politico approdato in Consiglio comunale con le ultime elezioni”, aggiunge Anna Santambrogio, da poco eletta nella Commissione Servizi Sociali.

“Vogliamo nutrire la nostra attività con nuove sinergie e con la condivisione di riflessioni, spunti, segnalazioni, desideri e preoccupazioni. Per arrivare al nostro ormai prossimo Congresso con rinnovato vigore”, conclude Santambrogio.

commenta