Asst brianza

Desio, Ospedale Pio XI: il sogno del dottor Antonio Colombo si avvera

La giunta di Regione Lombardia, nella seduta del 24 gennaio, ha dato il via libera definitivo all’intitolazione dell’Ospedale di Desio a Pio XI

Generico gennaio 2022
Da sinistra: Francesco Sicurello, Marco Trivelli e Carlo Tersalvi

Un’intitolazione che ha regalato grandi soddisfazioni oltre che ad aver avverato un sogno. La giunta di Regione Lombardia, nella seduta del 24 gennaio, ha dato il via libera definitivo all’intitolazione dell’Ospedale di Desio a Pio XI. È l’epilogo dell’iter iniziato nel luglio 2020 su richiesta del dottor Antonio Colombo, in veste di coordinatore del Cob ( Comitato Ovest Brianza), venuto a mancare il 4 dicembre di quest’anno.

“La giunta ha raccolto un indirizzo del consiglio regionale che risaliva alla scorsa estate che a sua volta, derivava da un’azione emersa dal basso, dalla proposta del Comitato Ovest Brianza, nato dall’azione di persone che hanno lavorato per il presidio ospedaliero. Tra i fondatori il dottor Sicurello e il dottor Colombo, ex primario di neurologia, deceduto nel mese di dicembre” –  spiega il direttore generale di ASST Brianza, Marco Trivelli che continua – “il dottor Colombo ha saputo l’esito dell’istanza poco prima della sua dipartita. É stata l’ultima chiamata che mi ha fatto. Era entusiasta dell’approvazione dell’intitolazione del presidio a Pio XI”

Ospedale Pio XI: soddisfazione e gratitudine da parte della direzione generale

“Ci riempie di soddisfazione questa intitolazione. Vorrei esprimere la mia gratitudine nei confronti del COB, un movimento popolare che ha richiesto a gran voce l’intitolazione di questo presidio a una figura della storia brianzola. Si tratta di una forma di radicamento ulteriore che questo presidio ha in Brianza e per noi è anche l’ auspicio di un rafforzamento dei legami già forti di affetto e di sostegno che la società civile dà verso questo ospedale.

Questo presidio ha iniziato una grande opera di ristrutturazione: sugli impianti di sicurezza, antisismica e antiincendio e i primi cantieri aperti sono visibili all’estremità del corpo centrale. Ora deve iniziare anche una ristrutturazione fisica edilizia per aggiornare tutta l’attività clinica. Grazie un finanziamento ministero – regione stanziato lo scorso anno possiamo dare nuovamente lustro al pronto soccorso e alla radiologia, attraverso l’ampliamento del primo e il rifacimento totale del reparto radiologico aggiornando completamente il parco macchine” continua il direttore generale e conclude con una speranza: “il sostegno della società civile è necessario per accompagnare questa ristrutturazione, in particolare per l’ampliamento del pronto soccorso cosí da permettere la nascita di una struttura di emergenza urgenza di altissimo livello con un raddoppiamento della superficie complessiva del PS”.

“Dobbiamo essere pronti a ricevere dignitosamente gli oltre 65mila ingressi annuali. Nel mese di febbraio inizieremo le prime opere complementari come l’allargamento della strada di ingresso e l’ampliamento del parcheggio”.

leggi anche
Ritratto di Pio XI
Commenti
Ospedale di Desio, l’intitolazione a Papa Pio XI rinviata al 28 maggio
leggi anche
Desio-ospedale-600x-mb
Sopralluoghi
Moratti in visita all’ospedale di Desio: sopralluogo all’unità mobile sperimentale di pre triage
leggi anche
intervento3d-1
Salute
Ospedale Desio all’avanguardia: sala operatoria con diretta streaming in 3D
leggi anche
Ritratto di Pio XI
Commenti
Ospedale di Desio, l’intitolazione a Papa Pio XI rinviata al 28 maggio
commenta