Quantcast
Don Tiziano fa da guida in un video per spiegare il restauro del campanile - MBNews
Lissone

Don Tiziano fa da guida in un video per spiegare il restauro del campanile

Un tour virtuale, emozionante e coinvolgete alla scoperta del campanile della parrocchia prepositurale Santi Pietro e Paolo.

Generico dicembre 2021

Un tour virtuale, emozionante e coinvolgete alla scoperta del campanile della parrocchia prepositurale Santi Pietro e Paolo. A guidare i visitatori è il prevosto, don Tiziano Vimercati, protagonista di un video realizzato dalla comunità pastorale di Lissone per raccontare a fedeli e curiosi i dieci mesi di restauro che hanno rifatto il look alla torre campanaria.

“Vi invito a salire con me sul campanile per vedere da vicino le opere che si stanno compiendo per restaurare la torre campanaria”. Cominciano così i quasi tredici minuti di tour lungo i 70 metri di altezza del simbolo stesso della città di Lissone: dalla sommità dell’angelo dorato fino a terra.

 

Generico dicembre 2021
Don Tiziano Vimercati parroco di Lissone

 

“Abbiamo dovuto affrontare un lavoro impegnativo e che ancora non si è concluso – racconta don Tiziano – per salvare uno dei tesori della nostra città”. L’intervento di restauro si è reso necessario dopo che diversi pezzi decorativi si sono staccati, alcuni precipitando anche sul tetto della chiesa.

Il primo importante restauro in novant’anni di storia

È il primo restauro di questa portata che viene compiuto sulla torre in tutti i suoi 90 anni di storia. “A spingerci a intervenire in tempi brevi è stata prima di tutto l’urgenza di mettere in sicurezza il campanile e poi il desiderio di restituire ai lissonesi e non solo un restauro estetico che potesse recuperare i colori originari della costruzione”, continua il prevosto. I lavori hanno preso il via il 24 febbraio 2021, con la posa dei ponteggi che ancora ingabbiano il parallelepipedo della torre.

Il tour comincia dal punto più alto, dall’angelo dorato, a 70 metri di altezza, un osservatorio unico sulla città e sulla Brianza. L’ascensore scende poi all’altezza della cuspide, dove i tecnici sono intervenuti con un’opera di pulitura e riempiendo le fughe tra i mattoni. Il livello inferiore è quello delle campane, anch’esse sottoposte a restyling con la revisione dei motori che le azionano meccanicamente.

 

Generico dicembre 2021
l'angelo dorato in cima alla torre campanaria

 

I lavori più impegnativi alla cella campanaria

La cella campanaria, subito sotto le campane, è l’area della torre che più ha richiesto l’intervento dei restauratori dal momento che è risultata la più ammalorata. Proprio da questo punto – come conferma lo stesso don Tiziano Vimercati nel video – si sono staccati la gran parte dei pezzi che sono poi precipitati a terra. Qui i lavori non sono ancora terminati. E questo è anche il punto più alto del campanile accessibile utilizzando le scale interne.

Si è provveduto anche a rafforzare le solette tra un piano e l’altro. Un intervento importante ha riguardato anche le scale interne alla torre, che sono state sostituite.

Restyling anche per l’orologio e le campane

Nulla è stato lasciato al caso. Il progetto di restauro ha quindi riguardato anche l’orologio, silenzioso esattamente come le campane da quando sono iniziati i lavori a febbraio di quest’anno. Sono stati sostituiti i quadranti dell’orologio caro ai lissonesi e rimesso a punto il meccanismo elettrico che ha sostituito quello meccanico.

La parte bassa della torre è quella che ha richiesto il minor lavoro. Qui i restauratori hanno provveduto alla pulizia della pietra e al riempimento delle fughe tra i mattoni.

“Guardiamo con orgoglio al lavoro fatto – conclude il prevosto al termine del video, realizzato dal filmmaker lissonese Filippo Grilli – abbiamo restituito il campanile alla città”.

Il video d’autore

 

Generico dicembre 2021
Un frame del video realizzato da Filippo Grilli

 

Un video emozionante, ricchissimo di immagini aeree spettacolari. Un filmato che consente agli spettatori di arrivare fino a dove è solitamente impossibile accedere, fino alla cima dell’angelo e di osservare la torre campanaria per tutta la sua lunghezza grazie all’utilizzo di droni che ne restituiscono una prospettiva inedita e unica. Non mancano però anche immagini storiche in bianco e nero, che raccontano la storia quasi centenaria della torre campanaria di Lissone. Un filmato che ha già raccolto più di 1300 visualizzazioni.

commenta