Quantcast
Prima gara Cross per Tutti 2022: in mille a Canegrate, successi per Contran e Bermejo Blaya - MBNews
Sport

Prima gara Cross per Tutti 2022: in mille a Canegrate, successi per Contran e Bermejo Blaya fotogallery

Ha riscosso un buon successo la prima gara del Cross per Tutti 2022, tenutasi a Canegrate, la quale ha visto partecipare oltre un migliaio di atleti suddivisi nelle numerosissime categorie presenti.

cross per tutti 2022 canegrate

Domenica 23 gennaio è ripartito il Cross per Tutti. L’11° edizione ha preso il via da Canegrate, con il “Roccolo Cross Country” organizzato dall’atletica PAR Canegrate (link a tutti i risultati)

L’avversario di tutti si chiama Covid, che tra quarantene e vigilanze attive miete partecipanti in ogni categoria. Alla fine sono poco meno di mille gli atleti al traguardo (969) dei 1500 che erano iscritti. Potrebbe sembrare un risultato negativo, ma di questi tempi, tra gare cancellate e rinviate, ben vengano tutti quelli che possono correre, tanti o pochi che siano.

Gara elite uomini (6 km) – Nella prova degli Assoluti e dei master fino M45 c’è gran battaglia fin dai primi metri. Va via subito un terzetto con i favoriti di giornata: l’ex azzurrino biellese Umberto Contran (Bugella Sport), il bresciano Francesco Alliegro (Libertas Unicusano Livorno) e il brianzolo Filippo Ba (GA Vertovese). Contran sfodera l’attacco a metà gara nel difficile passaggio del bosco, guadagnando metro su metro su un mai domo Alliegro. Filippo Ba, primo dei master (M35), tiene a bada Marco Zanzottera (US Sangiorgese) che chiude 4° e primo degli under 23. Seguono Davide Biral (Fanfulla Lodigiana), Kharim Bendahou (Pro Sesto), Graziano Zugnoni (GP Santi Nuova Olonio – M45) e Riccardo Maestrelli (DK Runners Milano).

“Mi è piaciuto il percorso veloce, 6 km è la distanza adatta a me – ha detto il vincitore – Il tratto nel bosco è stato molto faticoso, muscolarmente si è fatto sentire”.

Gara femminile (4 km) – Pronti via e la triatleta spagnola Rocio Bermejo Blaya (Friesian Team) fa subito capire che oggi non è solo una delle favorite. Nulla possono le avversarie per avvicinarsi a lei, già vincitrice della classifica finale nell’edizione 2019. Dietro si lotta per il resto del podio. Alessandra Renda (US San Vittore Olona) macina metri su e recupera tutte le altre per chiudere 2° e prima delle under 23, seguita dalla triatleta Giorgia Cantù (CUS Pro Patria), protagonista fin dalle prime battute. Quarta chiude Martina Cimnaghi (US Sangiorgese), a lungo in seconda posizione, poi Elvira Marchianò (Milano Atletica), la migliore delle master (M35). Sesto posto per Nausicaa Taraschi (Pro Sesto), poi Silvia Pasquale (Ortica Team Milano) ed Elena Magrini (Fanfulla Lodigiana), prima delle Allieve. Martha Procopio (@tletica Meda 014) vince tra le junior (31°).

“Mi piace molto il percorso di Canegrate – ha detto la vincitrice – il single track nel bosco è molto duro ma a noi triatleti piace soffrire”.

Under 20 (4 km) – Gara appassionante fino all’ultimo metro tra junior e allievi. Ci pensa un terzetto dell’Euroatletica 2002 ad animare il gruppo: Luca Andreis, Lorenzo Surico e Davide Delaini. L’unico a reggere il ritmo del gruppo è Luigi Alessio Turrin (Atletica Vignate), ottimo protagonista l’anno scorso tra i Cadetti. Finisce con una volata serratissima con Andreis che recupera su Surico nel finale, mentre Delaini è terzo e primo degli Allievi davanti a Turrin. Dietro finiscono Pietro Botros (Cento Torri Pavia), Nicola Fumagalli (Team-A Lombardia), Giacomo Taglia (ABC Progetto Azzurri) ed Edoardo Grassi (PBM Bovisio).

Master over 50 – Gara solitaria per il sondriese Roberto Pedroncelli (GP Santi Nuova Olonio – M55), che lascia a quasi un minuto gli avversari più giovani. Antonio Basilico (Virtus Groane) è 2°, davanti a Oscar Balbiani (Atletica Lecco Colombo – M55), Zahir El Mostafa (Virtus Binasco – M55), Stefano Bulessi (Circolo Atl. Guardia di Finanza – M50), Gerardo Milo (PBM Bovisio – M50), Felice Piantanida (Escursionisti Civates – M55), Francesco Di Palmo (Ondaverde – M50).

Gare giovanili

Cadetti (2 km) – Gara incerta fino all’ultimo, con Michele Alamia (CUS Pro Patria Milano) che fa valere lo spunto finale per lasciarsi alle spalle Thomas Colombo (Atletica Riccardi), Niccolò Preziuso Noyer (CUS Pro Patria) e Matteo Travaini (Pro Patria ARC Busto), finiti in un fazzoletto. Più definita la gara femminile, con la favorita Giorgia Franzolini (Euroatletica 2002) che fa il vuoto nella parte finale e lascia a 10 secondi la comasca Teresa Buzzella (US Derviese), poi Rebecca Borgonovo (Geas Atletica), Letizia Cavallaro (Atletica Malnate), Margherita Anelli (Atletica Meneghina).

Ragazzi (1 km) – Gara unica per assegnare i titoli di campione provinciale. Sfida appassionante nella prova maschile, con Riccardo Villa (Euroatletica 2002) che riesce a contenere il mai domo Andrea Lanzillotta (PBM Bovisio). Regola il resto del gruppo Simone Chiuchiù (5 Cerchi Seregno) 3°, poi Mattia Vazquez (PBM Bovisio), Ludovico D’Anna (PBM Bovisio) e Tommaso Dindo (Aspes Milano). Nella gara femminile, la favorita Caterina Meani (Athl. Villasanta) si fa valere su Anna Rondelli (CUS Pro Patria Milano), mai abbastanza vicina da impensierire l’avversaria. Terza è Asia Scimone (Atletica Meneghina), al primo anno di categoria, seguita da Sofia Piazza (Atletica Lecco Colombo), Chiara Terrani (Atletica Desio), Ester Di Giovanni (Atletica Riccardi) ed Eleonora Ferrari (Virtus Groane).

Prossima gara domenica 30 gennaio a Cesano Maderno.

Credit Foto: Roberto Mandelli

commenta