Serie b

Il Monza in nove crolla sotto i colpi della Strega, il Benevento vince 3-1 la sfida per il secondo posto!

I biancorossi subiscono nel primo tempo le reti di Insigne e Tello. Le espulsioni di Mazzitelli e D'Alessandro rendono disperata la rimonta. Ad inizio ripresa Valoti su rigore riapre la gara solo per poco.

benevento-monza

“Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati”. Questa frase di Michael Jordan, leggenda vivente del basket Nba, non vale molto per il Monza che a Benevento è stato sconfitto per 3-1. Il talento ci sarebbe pure, almeno a giudicare dalla rosa dei giocatori, ma di vincere in terra sannita questa volta non se ne parla. E se poi bisogna pensare ad un successo in campionato, il discorso per i biancorossi si complica ancora di più.

Del resto la squadra di Stroppa, che veniva da dieci risultati utili consecutivi con tre vittorie nelle ultime tre partite, ha pericolosamente dimostrato di patire gli scontri di vertice. In diciotto partite di campionato, infatti, sono arrivate tre sconfitte, tutte contro concorrenti per la promozione diretta in serie A: prima il Pisa, poi il Lecce ed ora, appunto, a distanza di poco più di tre mesi, il Benevento.

benevento-monza

Sfortuna, questione di mentalità o entrambe le cose è ancora presto per dirlo. Di sicuro ora sarà fondamentale fare bottino pieno nelle prossime due partite in casa, quelle contro il Perugia domenica 16 gennaio e contro la Reggina sabato 22 gennaio. Poi ci sarà la prevista pausa di campionato prima di un filotto di ben sette giornate di campionato nel mese di febbraio.

LA CRONACA

A Benevento, nel recupero della giornata di campionato saltata per colpa del Covid lo scorso 19 dicembre, il Monza tornava in campo dopo più di un mese dall’ultima volta. Era, infatti, l’11 dicembre quando con un entusiasmante 3-2 contro il Frosinone all’U-Power Stadium, la squadra di Stroppa si lanciava a tutta velocità verso i primi posti della classifica.

Poco dopo la pandemia ci ha messo lo zampino. Tra positività e rinvii, anche dell’ultima ora, allenamenti saltati e festività in quarantena, il 2021 si è chiuso con tante speranze e qualche preoccupazione. Il 2022, invece, si è aperto con l’arrivo di Molina, dopo quello già annunciato a dicembre di Ramirez. Insomma le premesse per riprendere il discorso dove lo si era lasciato c’erano tutte.

benevento-monza-valoti
Mattia Valoti

Poi, proprio alla vigilia della trasferta in terra sannita, la notizia che Gytkjaer e Dany Mota non avrebbero fatto parte del match per un affaticamento. Stroppa, allora, si è ritrovato senza attaccanti di ruolo immediatamente disponibili. E, così, nel suo 3-5-2 iniziale, sono Ciurria e Valoti a svolgere il ruolo di coppia offensiva. Con il supporto di D’Alessandro a centrocampo.

Le cose, però, non si mettono bene sin dia primi minuti. Il Benevento passa in vantaggio già al 7′: Donati sbaglia a centrocampo, Tello recupera palla, serve Insigne che salta Caldirola, grande ex della partita e beffa Di Gregorio sul primo palo!

Il vantaggio giallorosso è solo il principio di una serata in cui il Monza verrà spesso terrorizzato dalle diavolerie degli Stregoni di casa. Prima, però, al 26′ Carlos Augusto accende l’entusiasmo dei biancorossi. Il, brasiliano rientra sul destro e dal limite impegna Paleari alla respinta.

benevento-monza-caldirola
Luca Caldirola

Due minuti dopo, però, i segnali nefasti per la banda di Stroppa si fanno ancora più tangibili. Mazzitelli, già ammonito in avvio per un fallo su Ionita, entra in scivolata su Letizia. L’arbitro Valeri estrae il secondo giallo. I biancorossi restano in dieci e stentano ancora di più a reagire. Il Benevento ne approfitta. Prima Insigne si procura un rigore, poi trasformato in simulazione dopo il VAR. Poi, al 37′, la difesa del Monza si fa trovare ancora una volta scoperta e D’Alessandro è costretto al fallo da ultimo uomo su Moncini.

In nove contro undici il match della squadra del patron Berlusconi assume i contorni di una salita da Giro d’Italia. Sino a diventare una pendenza praticamente insuperabile al 40′ quando sugli sviluppi di un corner per il giallorossi, Moncini serve di testa Tello che sotto misura beffa Di Gregorio con un tiro liftato.

Per il colombiano, che può festeggiare la recentissima nascita della figlia celeste, è il quarto gol personale contro il Monza. Insomma piove sul bagnato per gli uomini di Stroppa. Che, però, ad inizio ripresa dimostrano di avere carattere e orgoglio.

benevento-monza

IL SECONDO TEMPO

L’allenatore biancorosso butta subito nella mischia il neo acquisto Molina, sua vecchia conoscenza al Crotone. Nemmeno un minuto dopo, un incredibile fallo di mano in area di Tello regala il rigore al Monza. Valoti dal dischetto non lascia scampo a Paleari.

La rete restituisce entusiasmo agli uomini di Stroppa, che per una ventina di minuti tengono in piedi risultato e partita. Merito anche di Di Gregorio che dice una prima volta di no ad una conclusione sotto misura di Moncini. L’attaccante toscano, che probabilmente già sente la concorrenza di Forte e Farias, acquistati del Benevento per compensare la partenza del bomber Lapadula, non fallisce, però, una seconda volta. Al 66′ sul cross perfetto di Masciangelo, Moncini si inserisce alla perfezione in area e di testa batte Di Gregorio!

benevento-monza

L’episodio chiude praticamente la serata. C’è il tempo per vedere gli esordi nel Monza di Ramirez e di Favilli, che è tornato finalmente disponibile dopo un lungo infortunio. Entrambi probabilmente saranno molto utili nella seconda parte del campionato. Quella in cui il Monza dovrà dimostrare di essere più efficace delle 25 reti messe a segno fino ad ora.

La posizione attuale di classifica, in piena zona play-off, a 3 punti dal secondo posto e a 7 dal primo detenuto dal Pisa, giustifica ancora tutte le migliori aspettative. Il resto, come diceva la stella dei Chicago Bulls, lo dovranno fare il talento, il lavoro di squadra e l’intelligenza. Magari, anche con un pizzico di fortuna.

Le foto sono di Buzzi

Marcatori: 7′ Insigne (B), 40′ Tello (B), 47′ Valoti (M) su rigore, 66′ Moncini (B)

BENEVENTO (4-3-3): Paleari; Letizia, Vogliacco, Glik, Masciangelo; Tello (75′ Brignola), Calò, Acampora (75′ Talia); Insigne (88′ Umile), Moncini (69′ Foulon), Ionita. A disp: Miuraca, Manfredini, Vokic, Sau, Malva, Prisco, Vottari, Barba. All. Caserta

MONZA (3-5-2): Di Gregorio; Donati (70′ Sampirisi), Marrone, Caldirola; Carlos Augusto, Colpani (46′ Pedro Pereira), Mazzitelli, Barberis (76′ Favilli), D’Alessandro; Ciurria (46′ Molina), Valoti (70′ Ramirez). A disp: Lamanna, Sommariva, Siatounis, Paletta, Antov, Bettella, Vignato. All. Stroppa

Arbitro: Paolo Valeri (Roma)

Ammoniti: Moncini (B), Insigne (B), Acampora (B), Calò (B), Sampirisi (M)

Espulsi: Al 28′ Mazzitelli (M) per doppia ammonizione, al 37′ D’Alessandro (M) per fallo da ultimo uomo su Moncini.

Note: Tempo poco nuvoloso, terreno in buone condizioni. Spettatori 5.502.

Recupero: 3′ pt, 3′ st

leggi anche
cittadella-monza
Serie b
Monza oltre ogni limite a Cittadella, Ciurria regala tre punti in nove uomini contro undici!
commenta